NEW MUSEUM OF CONTEMPORARY ART

Il New Museum of Contemporary Art di New York, nel quartiere dell’East Village, è stato inaugurato nel dicembre 2007.
Città: NEW YORK
Nazione: STATI UNITI D'AMERICA
Tipologia: CULTURA
Progettista Architettonico: GENSLER | SANAA
Date: 2007
Questa istituzione, nata nel 1977 a seguito dell’espulsione dallo Staff del Whitney Museum della storica direttrice Marcia Tucker, ha incaricato nel 2002 Kazuyo Sejima e Ryue Nishizawa/SANAA per la realizzazione di una nuova e più adatta sede per le proprie manifestazioni. 
In un sito molto problematico, incastrato all’interno di una corona di piccoli edifici commerciali non particolarmente interessanti lungo la Bowery street, Sejima e Nishizawa hanno realizzato un articolato sistema di 7 piccoli volumi sfalsati tra loro con una dimensione planimetrica di circa 21 x 35 metri. 
La sfasatura dei volumi permette di portare la luce naturale all’interno tramite dei tagli ricavati nell’articolazione dei volumi quasi opachi realizzati con tamponamenti che utilizzano un sistema sandwich leggero assemblato a secco e che supporta la lamiera in alluminio espanso anodizzato che riflette la luce naturale creando effetti cromatici diversi. 
L’unico elemento di continuità all’interno dei volumi sono i sistemi di risalita. Ogni piano, di differente altezza, ha una propria caratteristica e non presenta né pilastri e né colonne: le scatole sono dei veri e propri volumi portanti. 
L’edificio, che si estende su una superficie di 5.500 metri quadri, organizza ad ogni livello una funzione: al piano terra si trovano l’atrio, il bookshop e la caffetteria del museo e nel piano interrato un piccolo auditorium da 180 posti e i servizi per i visitatori. I primi tre piani sono dedicati alle sale espositive, mentre il quinto e il sesto livello ospitano gli uffici e le funzioni didattiche del museo. Infine, all’ultimo piano, una sala polifunzionale si apre su una terrazza progettata per ospitare gli eventi straordinari del museo. 

Crediti fotografici: Laurian Ghinitoiu