NASA SUSTAINABILITY BASE

Città: SAN JOSE
Nazione: STATI UNITI D'AMERICA
Tipologia: EDIFICI PER UFFICI
Progettista Architettonico: WILLIAM MCDONOUGH + PARTNERS
Date: 2011
Sustainability Base, il nuovo complesso della NASA, all’ingresso dell’Ames Research Center, è stato progettato come vetrina per mostrare la cultura dell’innnovazione della NASA. L’obiettivo della committenza era quello di vedere realizzato un oggetto architettonico in grado di trasferire lo spirito e la filosofia della società che promuove la collaborazione e sostiene il comfort inteso come benessere e salute ambientale, al di là del valore, certamente importante della certificazione Platinum LEED. Ancora l’ottimizzazione del comfort del luogo di lavoro, la riduzione dei costi operativi, l’introduzione di componenti avanzate di sostenibilità sono stati stimoli assecondati dallo studio William McDonough + Partners che ha soddisfatto gli obiettivi elencati. I primi tre mesi di progettazione del concept e dello sviluppo dell’edificio hanno incluso una serie di test per verificare e successivamente modulare le prestazioni adeguandole alle aspettative. Frutto di questo primo step della progettazione è stato un innovativo approccio alla struttura gestita attraverso l’esoscheletro, cioè esterna all’edificio.
L’esoscheletro vanta una migliorata prestazione agli eventi sismici e contemporaneamente è dotato di un sistema per il corretto trasferimento della luce naturale e della protezione solare. Gli interni risultano privi di una scansione strutturale con colonne portanti, determinando una totale flessibilità nell’organizzazione degli spazi di lavoro. L’edificio assume, inoltre, valore di icona evocando i moduli lunari e i satelliti. Altri elementi di innovazione del progetto vanno dal deciso uso della luce naturale alla ventilazione naturale sino all’attenta selezione dei materiali. Il risultato è un luogo di lavoro adattabile caratterizzato da un ottimo livello di luce naturale diffusa, una buona circolazione dell’aria e frequenti collegamenti con l’ambiente esterno, supportato da sistemi che utilizzeranno solo energia derivata da fonti rinnovabili in grado di mantenere l’acqua in circuiti chiusi.

Autore: Silvio Pappalettere
Pubblicato su Modulo n.383/2013