MUSEO DI ARTE CONTEMPORANEA NADIR AFONSO

Città: CHAVES
Nazione: PORTOGALLO
Tipologia: CULTURA
Progettista Architettonico: ALVARO SIZA VIEIRA
Date: 2015
L’edificio, situato a Chaves, nel nord del Portogallo, quasi al confine con la Galizia, è un grande rettangolo spezzato parallelo al letto del fiume Tâmega, caratterizzato da elementi aggettanti e rientranti che definiscono i prospetti. L’ingresso principale al museo avviene da ovest tramite una rampa che conduce al piano principale dell’edificio posizionato su una piattaforma continua di cemento sollevata da terra 3,5 metri ed è sostenuto da pareti perpendicolari al fiume, al fine di prevenire i danni di un’eventuale inondazione. 
All’interno del piano principale gli spazi sono divisi in 3 settori: il primo settore ospita l’atrio, la reception, la biblioteca, un auditorium con una capienza di 100 persone e i servizi, mentre il secondo settore, quello principale, ospita spazi espositivi suddivisi in tre ali longitudinali che comprendono sia una sala mostra permanente e un archivio che sale per esposizioni temporanee. L’ultimo settore ospita un centro per il controllo e la sicurezza, una reception, l’accesso agli archivi, una sala per il personale, gli uffici amministrativi e, infine, una sala per le arti plastiche e lo studio di Nadir Afonso. L’edificio è costruito con pareti in cemento strutturale bianche e il tetto, quasi interamente coperto con ciottoli, ospitano i lucernari rivestiti da una piastra di zinco che illuminato le gallerie sottostanti. Gli interni sono trattati con cartongesso bianco e marmo per pareti e soffitti mentre la pavimentazione è in legno. 

Crediti fotografici: Fernando Guerra | FG+SG