MUSEO DELLE CULTURE - MUDEC

Città: MILANO
Nazione: ITALIA
Tipologia: CULTURA
Progettista Architettonico: DAVID CHIPPERFIELD ARCHITECTS
Date: 2014
Il MUDEC si innesta in un'area dal sapore industriale con volumi squadrati in lamiera zincata e con una lanterna luminosa dalla geometria informe. Il progetto del Museo delle Culture ha origine negli anni 1990 quando il Comune di Milano acquista la zona ex industriale dell’Ansaldo per destinarla ad attività culturali. Le fabbriche dismesse, veri e propri monumenti di archeologia industriale, sono state trasformate in laboratori, studi e nuovi spazi creativi. Nato da un’operazione di recupero di archeologia industriale nell’area dell’ex fabbrica Ansaldo, in zona Tortona, il MUDEC è luogo d’incontro fra le culture e le comunità. All’interno dell’edificio si sviluppano diversi spazi che offrono al visitatore e alla città una molteplicità di proposte culturali e di servizi, distribuiti su 17.000mq. Progettato da David Chipperfield, è stato aperto al pubblico nel marzo 2015 con due mostre, “Mondi a Milano” e “Africa”, ideate in occasione di Expo Milano 2015. L’area espositiva del Museo, al primo piano, si sviluppa intorno ad una grande piazza centrale coperta e ospita la sezione del percorso museale con le opere della collezione permanente e le sale dedicate alle grandi mostre temporanee. Completa lo spazio l’auditorium, un teatro da trecento posti dedicato alle performance e alle arti visive. Il piano terra è destinato all'accoglienza e comprende un bistrot, uno shop e la biglietteria. L'immagine del museo riprende la natura industriale del luogo grazie all'uso della lamiera zincata per gli esterni, riportandola a una dimensione contemporanea e rinvigorendo la sua qualità estetica con un corpo di cristallo illuminato dall'interno. La geometria informe di questo innesto e la luce che questo emana, come una lanterna, si contrappongono alle forme squadrate dei restanti volumi e dell'intorno. L'effetto che ne risulta crea una piacevole tensione formale tra i volumi e una sorpresa luminosa in quest'area prevalentemente buia di Milano. Lo spazio fluido centrale - un interno a tutta altezza - ospita la hall di ingresso ed è concepita come una piazza coperta per l'incontro tra le culture. Il Museo delle Culture si propone di essere un polo in costante dialogo con le comunità internazionali presenti a Milano. [L'architetto ha presentato una diffida nei confronti del Comune di Milano e di Sole 24 Ore, vietando di «attribuire, con qualsiasi mezzo di comunicazione (…) il Museo delle Culture (Mudec) all'architetto David Chipperfield e a DCA».] Crediti fotografici: Oskar Da Riz.