MUSEO DELL'ARA PACIS

Città: ROMA
Nazione: ITALIA
Tipologia: CULTURA
Progettista Architettonico: RICHARD MEIER & PARTNERS ARCHITECTS LLP
Date: 2006
Questo museo sulla riva del fiume Tevere è stato progettato come un rinnovato scenario per l'Ara Pacis, un altare sacrificale risalente al 9 secolo a.C. e ora situata sul bordo occidentale di Piazza Augusto Imperatore. Progettata nell'ambito di uno sforzo per proteggere l'eredità culturale di Roma, la nuova struttura sostituisce la recinzione precedente del monumento, che era in uno stato di decadimento avanzato. La struttura è costituita da una lunga loggia vetrata a un piano elevata sopra un basso podio che fornisce una barriera trasparente tra il terrapieno del Tevere e il perimetro circolare esistente del mausoleo di Augusto, costruito intorno ai 28 a.C. L'altare fu trasferito dal Campo Marzio nel 1938 durante l'epoca di Mussolini e venne applicato un progetto di linee di regolazione per relazionare l'attuale posizione dell'altare al suo sito originale. Dividere la distanza tra il centro attuale del mausoleo e il luogo originale ha prodotto una griglia urbana quadrata che è stata usata come struttura proporzionale per riorganizzare la piazza ed i suoi dintorni. Un obelisco artificiale viene utilizzato come riferimento storico sull'asse nord-sud per l'altare. La chiarezza dei volumi e le proporzioni dell'edificio si riferiscono in scala alle antiche strutture di Roma. Una caratteristica predominante del nuovo edificio è una parete di vetro che misura 46 metri di lunghezza e 12 metri di altezza. La sala d'ingresso asimmetrica, definita da sette colonne sottili in cemento armato rifinito con intonaco di marmo bianco cerato, conduce alla sala principale, che ospita l'Ara Pacis. Il contrasto tra l'illuminazione tenue dello spazio d'ingresso e l'ampia sala principale illuminata dall’alto e rigorosamente simmetrica incoraggia una circolazione naturalmente progressiva. Il tetto sopra la sala principale poggia su quattro colonne con lucernari per massimizzare l'illuminazione naturale ed eliminare "false ombre". Al di fuori della struttura principale, una parete bassa di travertino che si estende dall'interno della sala principale traccia l'antica riva del fiume Tevere. I materiali da costruzione comprendono vetro, calcestruzzo e un travertino romano beige locale. Sebbene l'obiettivo principale di questo museo fosse la custodia e la protezione dell'antico altare, l'edificio offre spazio per mostre temporanee e installazioni dedicate a temi archeologici e una biblioteca digitale all'avanguardia della cultura augustea. Una terrazza all'aperto sul tetto sopra l'auditorium funge da parte essenziale della circolazione del museo e comprende un luogo di ristoro con vista sul Mausoleo di Augusto ad est e sul fiume Tevere ad ovest. Crediti fotografici: Roland Halbe.