MUNICIPIO E CENTRO CULTURALE DI NIEUWEGEIN

Il progetto per il nuovo Municipio e centro culturale di Nieuwegein è concepito come un elemento catalizzatore, un luogo in grado di stabilire un forte senso di appartenenza e legame con una cittadina, ubicata a cinque chilometri a sud di Utrecht, che ha conosciuto un’espansione tale che il numero dei suoi abitanti è cresciuto da 8.000 a 62.000 nel giro di quarant’anni.
Città: NIEUWEGEIN
Nazione: OLANDA
Tipologia: ISTITUZIONI | CULTURA
Progettista Architettonico: 3XN
Date: 2012
Il notevole incremento della popolazione ha reso necessaria una revisione in termini di amministrazione comunale; una revisione che riuscisse così a trainare l’intera città sia socialmente che culturalmente, aumentando la coesione tra gli individui e le opportunità collettive di eventi, incontri, appuntamenti. 
Questa effettiva tensione risulta concretizzata, nel complesso ideato dallo studio 3XN, in un grande atrio centrale e luminoso da cui una scala scultorea si snoda plasticamente, collegando i differenti servizi del municipio. 
Biblioteca locale, centro di assistenza ai cittadini, spazi di ristorazione pubblici, spazi commerciali e sale destinate a mostre permanenti e temporanee si mescolano agli uffici tecnici entro un unico fabbricato. 
La mixitè funzionale inserita garantisce la vitalità del comparto durante l’intera giornata e serve a rafforzare il collegamento con l’area commerciale e residenziale contigua. 
Cinque livelli si distribuiscono a ventaglio intorno alla grande hall a tutta altezza: il nucleo consente a visitatori e impiegati di vedere ciò che accade, assicurando una permeabilità visiva costante e l’illuminazione naturale degli ambienti di distribuzione grazie ad una enorme vetrata collocata al quarto piano.  
L’edificio si compone di due facciate: all’interno un prospetto del tutto tradizionale in cemento e vetro si oppone al trattamento dell’involucro esterno, in vetro serigrafato. La pelle verso lo spazio pubblico, lo spazio della città non è altro che una quinta caratterizzata da una geometria di linee spezzate e triangolari che si sovrappongono ad un volume studiato per fasce alternate trasparenti ed opache, restituendo un’architettura iconica, un landmark di riferimento per la popolazione.

Crediti fotografici: 3XN