MILUCE

Città: MILANO
Nazione: ITALIA
Progettista Architettonico: STUDIOMARZORATIARCHITETTURA
Al posto dei fabbricati ormai fatiscenti risalenti a fine ottocento nell’area Garibaldi-Repubblica si è scelto di realizzare un nuovo edificio residenziale. Il progetto, rispettoso delle cortine pre-esistenti, introduce l’elemento delle terrazze in continuità tra il nuovo edificio e il fabbricato della TIM progettato dall’architetto Melchiorre Bega nel 1964. L’architettura del fabbricato nuovo si ispira alle tipologie che, nell’ambito di questa zona, sono riscontrabili con fronti rivestiti in pietra chiara (quarzite dorata), con parapetti lineari sottolineati da listellature orizzontali e con infissi a disegno rettangolare con corrispondenze e allineamenti chiaramente leggibili.
Le torri si elevano con finiture materiche e cromatiche differenti per esprimere un’evoluzione del linguaggio, non solo nella morfologia, ma anche nella percezione della forma circolare.
Le torri si sviluppano per 13 piani. Il complesso nella sua articolazione volumetrica e compositiva costituisce un fondale suggestivo agli spazi vetrati commerciali di piano terra che con le loro funzioni, le trasparenze e la magia che la presenza dell’acqua, di luci, di arredi alberati intendono offrire eccellenza a un luogo di interesse non solo per i residenti ma anche per gli uffici.
L’elevazione degli altri blocchi è contenuta nei limiti riscontrabili negli edifici di prossimità. Le ragioni funzionali degli spazi commerciali vincolano il primo livello di parcheggi interrati ad essere aperto al pubblico come pertinenza al commerciale, evitando incrementi e aggravi al parcamento a raso tanto difficile in questa zona. Gli altri livelli sono invece destinati al parcheggio privato di pertinenza alla residenza con completamento di cantine.
Pubblicato su Modulo n. 384 luglio 2013