DC TOWERS 1

Dominique Perrault ha realizzato la DC Tower 1, parte del programma di sviluppo della Vienna Danube-City, centro cittadino multifunzionale, avviato nel 1996.
Città: VIENNA
Nazione: AUSTRIA
Tipologia: MIXED USE
Progettista Architettonico: DOMINIQUE PERRAULT ARCHITECTURE
Date: 2014
Il cuore di Vienna è incastonato nella sua famosa Ringstrasse, la strada circolare completata circa 150 anni fa e costellata da monumenti neo-rinascimentali, neo-barocchi, neo-gotici e, più di recente, da icone della Secessione viennese. 
Ad ogni modo, come molte capitali moderne, Vienna si è espansa molto al di fuori del centro storico, tanto da raggiungere, negli ultimi decenni, una parte di territorio dalla quale si era tenuta lontana a lungo: la leggendaria riva del Danubio. 
Donau City, o Danube City, ha iniziato a svilupparsi 20 anni fa, lungo le rive settentrionali del fiume, con edifici tra i quali si annoverano anche quelli edifici di Hans Hollein, architetto locale vincitore del Premio Pritzker. 
Nel 2002, per partecipare ad una competizione internazionale, il WED contatta Dominique Parrault per progettare la sezione finale del nuovo quartiere, una parte affacciata sul fiume. 
L’architetto francese realizza la DC Tower 1 che, con i suoi 820 piedi d’altezza, è l’edificio più alto di tutta l’Austria. Questa esile struttura, profonda 92 piedi e larga 194, è la prima delle due torri che Perrault ha progettato per il sito. La seconda, il cui completamento è atteso nei prossimi due anni, si fermerà a soli 551 piedi d’altezza. 
Il progetto è concepito come la rottura in due metà diseguali di un gigante monolito, le superfici ondulate e luccicanti altro non sono che i segni di questa frattura. 
Mentre tre delle facciate mostrano un design chiaro e diretto, la quarta vanta pannelli di vetro ondulato che sembrano scivolare dentro e fuori dall’edificio, lungo tutta la sua altezza. Perrault spiega che il suo obiettivo era quello di creare uno spazio urbano molto particolare, caratterizzato da una piazza tra i due edifici. Se per certi versi le onde della facciata suggeriscono una rottura, per altri evocano la superficie del fiume. 
Le due torri, insieme, si ergeranno come due cascate ai lati opposti della piazza costituendo uno straordinario ingresso al quartiere. 
La torre, nei suoi 60 piani, ospita negozi ed alberghi nei livelli più bassi, uffici e loft in quelli più alti, culminando con un ristorante ed uno sky bar. I severi interni, progettati da Gaëlle Lauriot-Prévost, direttore artistico e collaboratore di Perrault da più di 20 anni, sono caratterizzati dappertutto da cemento a vista, negli ingressi ambienti e nelle zone di circolazione di circolazione anche da pietra e metallo. Strutture metalliche ad ombrello sono installate alla base della torre per proteggerla dal vento. 
Con la sua altezza eccezionale, Tower 1 è diventata rapidamente un punto di riferimento di tutta Vienna, senza tuttavia negare il passato architettonico della città, almeno secondo Perrault. Dice infatti che Vienna è l’esempio di come conferire personalità allo skyline oltre i confini del centro storico della città. La torre fa parte di questo panorama che si spera possa funzionare, un giorno, come un nuovo anello attorno al centro. 

Crediti fotografici: Michael Nagl