GREEN DOT CHARTER HIGH SCHOOL

Un lotto sottodimensionato e suddiviso in due parti e una considerevole vicinanza con l’aeroporto di Los Angeles, con la conseguenza di un sostanziale inquinamento acustico: questi i dati dell’area dove ora sorge la Green Dot High School, progettata nei minimi dettagli dallo studio Brooks + Scarpa che ha dovuto superare ostacoli non indifferenti per dar vita ad un progetto sostenibile sia dal punto di vista ambientale che umano
Città: LOS ANGELES
Nazione: STATI UNITI D'AMERICA
Tipologia: ISTRUZIONE
Progettista Architettonico: BROOKS + SCARPA
Date: 2012
La massima concentrazione ed il raggruppamento di attività è stata la principale priorità di un intervento orientato dunque a condensare aule, uffici amministrativi, laboratori e biblioteca in uno degli appezzamenti a disposizione, conservando il restante terreno per attività straordinarie quali la palestra polivalente e le ampie classi dedicate alla musica e alla danza.   
Alla complessa e articolata distribuzione programmatica, si affianca l’assoluta determinazione nel fare della scuola un modello avanzato di edificio ecologico, ideato nel pieno rispetto della natura e del paesaggio circostante, nella sostanziale riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera. 
Con il traguardo della più elevata certificazione LEED e di un contenimento di circa 1.400.000 kg di ossido di carbonio durante la vita utile dell’edificio, il polo introduce numerose strategie più o meno evidenti di risparmio energetico: la facciata sud rende esplicito il tema della produzione di energia grazie ad una superficie costellata da 650 pannelli fotovoltaici ma sistemi celati di geotermia, di schermature solari, di materiali ecocompatibili lavorano nella medesima direzione sostenibile. 
Gli ambienti sono ventilati ed illuminati naturalmente e l’intervento di Brooks + Scarpa trae il massimo vantaggio dal clima temperato della regione californiana.   


Crediti fotografici: Brooks + Scarpa