GOHAR KHATOON GIRLS' SCHOOL

Lo studio Miller Hull Partnership ha partecipato alla realizzazione della Gohar Khatoon Girls’ School. Lo sviluppo progettuale della scuola è stata sostenuto da una ricerca condotta da studenti di architettura laureati presso la University of Washington.
Città: MAZAR-I-SHARIF
Nazione: AFGHANISTAN
Tipologia: ISTRUZIONE
Progettista Architettonico: MILLER HULL PARTNERSHIP
Date: 2015
La Gohar Khatoon Girls’ School, finanziata dalla Janet W. Ketcham Foundation and Sahar e gestita dal Ministero dell’Educazione della provincia di Balkh, ha sostituito un vecchio edificio in stato di estrema rovina.  
Il complesso, che si estende su una superficie di 1.600 metri quadrati, espande la capacità di una delle più importanti e storiche scuole della città servendo oltre 3.000 studenti al giorno e si pone, inoltre, come istituzione chiave per educare diverse migliaia di donne e ragazze di Mazar-i-Sharif e per promuovere il processo di inclusione delle donne nella società afghana. 
L’opportunità di presenziare alle sessioni di presentazione e discussione del progetto, ha permesso alle studentesse, al personale e alla comunità di partecipare attivamente alla progettazione. 
Anche l’arte è stata un mezzo importante per il coinvolgimento nella scuola: un concorso per murales ha fornito a sei artiste emergenti l’opportunità di installare il loro lavoro nelle scale centrali della scuola. 
Al fine di ovviare al problema degli insufficienti fondi delle scuole afghane per il riscaldamento, la Gohar Khatoon School è stata costruita in modo da massimizzare il guadagno di calore solare nei mesi invernali e per favorire la ventilazione naturale in estate e nelle mezze stagioni. 
Le spesse pareti in muratura della scuola offrono un’elevata massa termica per assorbire e trattenere il calore, mentre aperture a tutta altezza permettono all’aria calda di circolare attraverso le aule esposte a nord. Le aule rivolte a sud, invece, funzionano autonomamente grazie all’irraggiamento solare diretto.  
Le strategie ambientali integrate nel progetto favoriscono l'autonomia e l'autosufficienza e consentono alla scuola di funzionare in circostanze difficili utilizzando poche risorse. 
La capitalizzazione delle risorse low-tech applicate alla climatizzazione si traduce in un istituto che offre alle studentesse e al personale rifugio e comfort a lungo termine. 

Crediti fotografici: Miller Hull Partnership