FACOLTÀ DI INGEGNERIA E INFORMATION TECHNOLOGY

Progettata dallo studio australiano Denton Corker Marshall, la nuova nuova Facoltà d’Ingegneria e Information Technology dell’UTS di Sidney, è pensata per integrare l’architettura nel contesto urbano e al contempo distinguersi dagli edifici circostanti.
Città: SYDNEY
Nazione: AUSTRALIA
Tipologia: ISTRUZIONE
Progettista Architettonico: DENTON CORKER MARSHALL
Date: 2014
Il volume monolitico dell’edificio, alto 14 piani, è caratterizzato da un rivestimento composto da quattro piastre inclinate realizzate in fogli di alluminio forati secondo un modello derivato dal codice binario di “University of Technology Sydney Faculty of Engineering and Information Technology”. 
La facciata è intervallata da alcuni tagli che squarciano la superficie metallica e che, simili a branchie, enfatizzano il concetto di pelle di rivestimento consentendo simbolicamente all’edificio di respirare. 
Il moto ondulatorio del rivestimento dona maggior fluidità al volume e consente alla luce naturale di pervadere gli spazi, disegnati per far sì che il comfort lavorativo sia ottimale. 
Un grande taglio verticale in corrispondenza di uno degli angoli del lotto evidenzia l’accesso, mentre le ampie aperture triangolari rendono l’edificio più permeabile al livello della strada. 
Al suo interno la Facoltà ospita aule, uffici universitari, sale per seminari, laboratori didattici e di ricerca, zone comuni per il ritrovo degli studenti, aree per ristorazione e ricreazione. 
L’atrio dell’edificio è un ambiente dinamico caratterizzato da scale a vista, passerelle di collegamento tra i piani disposte in maniera apparentemente causale e sale per incontri informali. 
L’estetica degli interni è ispirata alle architetture industriali e prevede l’utilizzo di cemento a vista e acciaio corten. 
Certificato con un minimo di cinque stelle dello standard di sostenibilità Green Star, il progetto è stato studiato per raggiungere un risparmio energetico del 30-45%, un risparmio idrico del 20-30% e una riduzione del 50% nelle emissioni di gas serra rispetto a edifici di analoghe dimensioni: l’ombreggiatura dell’edificio assicurata dalla facciata metallica porterà da sola a un risparmio energetico stimato intorno al 10-15%. 

Crediti fotografici: Richard Glover