DALARNA MEDIA LIBRARY

Città: FALUN
Nazione: SVEZIA
Tipologia: CULTURA
Progettista Architettonico: ADEPT ARCHITECTS
Date: 2014
La Dalarna Media Library è organizzata come una "spirale di conoscenza" che identifica una nuova cultura della biblioteca che attua una vasta gamma di esperienze e di ispirazione. Il terreno naturale del paesaggio circostante viene continuato da una rampa a spirale attraverso l'atrio centrale della biblioteca in cui si svolge tutta la ricerca dell'informazione e dell'orientamento. La spirale della conoscenza crea un ambiente di studio diverso che consente agli studenti di muoversi nello spazio centrale della biblioteca o di ritirarsi in zone più tranquille lungo la facciata. L'edificio ha un carattere spaziale unico che unisce biblioteca, spazi di studio e funzioni multimediali per creare una sinergia con il complesso universitario esistente. La variazione dei livelli acustici e la differenziazione delle attività creano un ambiente versatile di studio ricco di esperienze. La nuova biblioteca è l'attrazione principale e la nuova entrata che arriva all'università. Per sottolineare questi aspetti, i parcheggi circostanti sono stati trasformati in una piazza urbana integrata. La piazza urbana gestisce i flussi degli utenti e dei visitatori organizzando gli spazi pubblici attorno all'edificio in zone di attività definite e in zone ricreative. L'ingresso principale è accogliente e aperto verso la piazza per identificare l'edificio con vivacità e attività. La Biblioteca Media Dalarna è diventata una forza vitale nella comunità, agendo come un generatore motivazionale per i cittadini e le imprese locali. La caratteristica facciata doppia con lamelle orizzontali riflettenti davanti a un rivestimento in legno è stata sviluppata in collaborazione con l'artista danese Jeppe Hein. Invece di creare un’opera d’arte isolata, Jeppe Hein e ADEPT hanno sviluppato la facciata in un'espressione dettagliata e sofisticata con un'immaterialità che riflette i suoi dintorni e le persone in essi. Le lamelle sono in acciaio inossidabile altamente lucidato mentre il loro fondo in legno è di larice siberiano. Crediti fotografici: Bara Bild, Kaare Viemose.