CORTE SUPREMA DI GIUSTIZIA

Città: SINGAPORE
Nazione: SINGAPORE
Tipologia: ISTITUZIONI
Progettista Architettonico: FOSTER + PARTNERS
Date: 2005
La Corte Suprema di Singapore sorge nel distretto coloniale e lungo le sponde settentrionali del fiume che attraversa la città. L’edificio risponde alle rinnovate esigenze connesse con la rapida crescita della popolazione del centro urbano e con la progressiva informatizzazione del terziario, esigenze che hanno reso inadeguato l’edificio pre-esistente della Corte Suprema. Il complesso progettato da Foster + Partners, infatti, costituisce il più importante centro di giustizia della città per dimensione, servizi e attività. Il centro giuridico, simbolicamente più alto degli altri edifici giuridici di Singapore, costituisce un elemento segnico che caratterizza l’intero tessuto urbano in cui si insedia. La Corte Suprema nasce come reinterpretazione critica dell’architettura vernacolare del luogo: il progetto aggiorna l’immagine morfo-tipologica dell’area attraverso il recupero degli elementi stilistici e delle scelte materiche caratteristiche della tradizione costruttiva locale. Esso, inoltre, enfatizza gli elementi paradigmatici dell’architettura giuridica, quali la trasparenza, la dignità costruttiva e l’apertura verso la città. La Corte Suprema è formata da blocchi autonomi, collegati tra loro da un atrio centrale adibito a spazio di socializzazione e interamente illuminato dalla luce naturale. La luce naturale penetra attraverso una parete vetrata a tutt’altezza, creando un singolare gioco chiaroscurale che enfatizza i volumi e le superfici interne. La luce diffusa viene catturata anche da una parete laterale opalina. Particolarmente innovativa la facciata dell’edificio realizzata in marmo traslucido e vetro accoppiati tra loro grazie a un sistema costruttivo altamente tecnologico (Taltos). Le lastre in marmo “Rosa Portogallo” interessano una superficie di circa 5.000 metri quadrati, hanno una dimensione di a 370 x 120 centimetri e uno spessore di 12 millimetri (di cui 6 mm di marmo e 6 mm di vetro). In questo modo è possibile avere un’immagine di semitrasparenza e consentire il passaggio della luce naturale e artificiale di giorno e di notte. L’atrio, strutturato su più livelli, razionalizza i percorsi distributivi nell’intero immobile che comprende dodici corti civili, otto corti penali, tre corti d’appello e le facilities per l’Academy of Law. L’organizzazione delle corti rispetta la gerarchia caratteristica del sistema giudiziario nazionale. Le corti civili sono localizzate in sequenza nel piano inferiore, quelle penali nella zona intermedia e quelle d’appello, il maggiore sistema giudiziario locale, nel livello superiore. Queste ultime, in particolare, sono localizzate in un blocco dalla forma sferica, che ricorda la conformazione delle antiche courthouses. Nel livello inferiore, inoltre, sono presenti un auditorium, una biblioteca, uno spazio ristorativo e uno spazio espositivo che descrive la storia delle corti di giustizia e del sistema giuridico di Singapore. Ogni locale soddisfa le esigenze di flessibilità e di adattabilità è possibile aumentare il numero e le dimensioni delle aule di giustizia e introdurre nuovi sistemi informatici e domotici in grado di gestire l’intero edificio. Crediti fotografici: Foster + Partners.