COMPLESSO VIA DELLE ORSOLE 4

Studio Transit, in collaborazione con WIP Architecture Technical Engineering, United Consulting e Msc Associati – Architettura e Ingegneria, si è aggiudicato il concorso per la riqualificazione del complesso edilizio di via delle Orsole 4, nel cuore della città di Milano.
Città: MILANO
Nazione: ITALIA
Tipologia: MIXED USE
Work in Progress - Progetto Architettonico: STUDIO TRANSIT
Inizio Lavori: 2018
Il concorso, bandito il 21 dicembre 2017 dalla Camera di Commercio Metropolitana di Milano – Monza – Brianza – Lodi, aveva come obiettivo la raccolta di una serie di proposte per il rilancio e la riqualificazione del complesso edilizio che rappresenta una componente fondamentale e strategica del patrimonio immobiliare della Camera di Commercio, sia per le sue dimensioni, sia per la sua ubicazione. 
Nonostante il bando chiedesse la ristrutturazione del complesso, per rispondere alle esigenze di flessibilità e ottimizzazione degli spazi e di valorizzazione del contesto, il team vincitore ha proposto la demolizione dell’esistente e la ricostruzione di un nuovo edificio la cui espressività ribadisce le valenze antiche dimenticate e ricorda le misure e i colori di quelle zone che costituiscono l’humus sul quale è cresciuta la nuova Milano. 
Il nuovo complesso, che ospiterà al suo interno spazi a destinazione commerciale, direzionale e residenziale, è concepito come un’architettura dove tutte le funzioni sono perfettamente integrate l’una all’altra, in modo da consentire una facile rifunzionalizzazione futura. 
Uno stacco tra l’edificio e la chiesa di Santa Maria della Porta, situata proprio accanto al complesso, dà vita a un piccolo intimo spazio pubblico vivibile che non solo valorizza l’edificio stesso ma consente anche l’accesso alle lobby degli uffici posizionati ai piani intermedi e delle residenze degli ultimi livelli. 
La tripartizione della facciata principale, che rende visibile attraverso un involucro con più gradi di permeabilità visiva le funzioni interne, mette in evidenza la maglia strutturale di pilastri e solai dell’edificio riproponendo la ritmicità tipica degli edifici del centro cittadino rivisitata però attraverso elementi prefabbricati di 7 dimensioni diverse e posti in senso obliquo rispetto alle linee di facciata. 
Questa configurazione della facciata permette di ottenere la massima visibilità delle vetrine degli spazi retail situati al piano terra, mentre nei tre piani superiori, le aperture leggermente incavate degli spazi direzionali creano un articolato gioco tra pieni e vuoti. Negli ultimi due piani, infine, dove sono situate le residenze, brise-soleil a tutta altezza schermano le superfici vetrate, garantendo privacy e intimità agli inquilini. 

Crediti fotografici: Studio Transit