COMPLESSO RESIDENZIALE TETRIS

Gli appartamenti “Tetris” sono alloggi di edilizia sociale collocati nel medesimo lotto del grande intervento di edilizia residenziale “650 apartments”, che Ofis Arhitekti hanno realizzato nel 2006.
Città: LUBIANA
Nazione: SLOVENIA
Tipologia: RESIDENZA
Progettista Architettonico: OFIS ARHITEKTI
Date: 2007
Gli appartamenti “Tetris” sono alloggi di edilizia sociale collocati nel medesimo lotto del grande intervento di edilizia residenziale “650 apartments”, che Ofis Arhitekti hanno realizzato nel 2006. 
Terminato nel 2007, questo complesso si configura come una stecca delle dimensioni di 58 metri di lunghezza e 15 metri di profondità, orientata perpendicolarmente rispetto alla infrastruttura viaria al fine di creare una enclave con il comparto edificato precedentemente. 
Riservatezza, intimità domestica, identità, sono parametri esplicitati dai progettisti di Lubiana nel trattamento dell’involucro del fabbricato, nella disposizione dei nuclei abitativi, nella porosità degli elementi a definizione delle logge esterne a ciascuna casa. 
Queste ultime estendono la superficie interna e individuano una zona di filtro tra ambiente privato e collettivo: nonostante la prossimità tra un balcone ed il successivo, il gioco di rotazione che subisce la pelle dell’edificio assicura la totale privacy delle terrazze coperte e dei locali ad esse adiacenti. Inoltre, la chiusura di uno dei lati delle logge indirizza la visuale sullo spazio aperto antistante - di pertinenza dei blocchi di housing sociale - e inquadra il paesaggio naturale circostante. 
La definizione cromatica di ciascuna cellula – i cui tagli vanno dal monolocale di 30 mq sino agli appartamenti con 3 camere da letto, con una superficie lorda di 103 mq –accresce l’individualità degli appartamenti: le volumetrie sporgenti di balconi e bow window hanno una caratterizzazione differente a seconda dei piani e le tre tonalità scelte per i pannelli di rivestimento esterno ritornano in un gioco di ripetizione e variazione, assecondando la logica del gioco che da il nome al progetto. Bianche, di noce Tanganika e Wengè, le lastre prefabbricate in legno costituiscono il guscio sfaccettato del corpo edilizio mentre il perimetro lineare retrostante è in intonacato con colori diversi. Il muro assolve le funzioni strutturali e libera la pianta da qualsiasi elemento di sostegno: l’alloggio è flessibile e gli occupanti possono modificare i setti divisori secondo le necessità.  
Gli appartamenti “Tetris” sono stati realizzati grazie all’impiego di numerosi blocchi prefabbricati, come i bagni – istallati nei nuclei residenziali a seguito di un assemblaggio avvenuto in fabbrica – i serramenti in pvc nero le cui dimensioni sono standardizzate, e i pannelli laminati della facciata: queste soluzioni hanno decretato un abbattimento dei costi, con il risultato di una spesa di cantiere di 650 euro al metri quadrati.

Crediti fotografici: Tomaz Gregoric