CENTRO DI MEDICINA

Nazione: ITALIA
Tipologia: SANITA'
Progettista Architettonico: MARIO MAZZER ARCHITECTS
Date: 2014
Questo progetto è un ampliamento del "Centro di Medicina", una clinica privata situata a Conegliano Veneto: l’ampliamento è racchiuso all'interno di un monolite scuro, progettato da Mario Mazzer. I 2.500 metri quadrati di espansione si trovano, quindi, in un volume staccato dalla parte esistente della clinica e collegato ed essa attraverso una passerella coperta vetrata. L'impressione di edificio compatto e scultoreo è rafforzata dalla scelta del colore nero. L’edificio tuttavia, pparentemente introverso, si apre in realtà verso l’esterno. L'ingresso alla struttura è sottolineato da una grande parete di vetro che rompe con la compattezza del volume sul lato nord. Le facciate, invece, sono bucate in modo regolare dalle finestre quadrate e sono frammentate da una sequenza di lamelle verdi ortogonali, che sporgono dalla superficie. A variare il ritmo della facciata e l’aspetto dell’intero volume, è la scala esterna, appoggiata all’edificio: la scansione delle 3 rampe e la doppia pendenza sdrammatizzano il progetto e danno maggior carattere all’ampliamento.

Il progetto di Mazzer punta tutto su soluzioni e sistemi che favoriscono il comfort psicofisico degli operatori e dei pazienti all'interno della clinica.
La distribuzione circolare senza soluzione di continuità avviene tra gli ambulatori posizionati lungo il perimetro esterno e i locali di servizio raggruppati al centro.
L'architettura degli interni, con le sue pareti di vetro retroilluminati si trova in netto contrasto con il guscio esterno compatto e scuro.
Il concetto di bioedilizia è stato applicato a questo edificio fin dalle prime fasi di progettazione: il vespaio in vetro cellulare, le facciate ventilate, i vetri basso emissivi, l’illuminazione a led, l’impianto fotovoltaico, il ricircolo dell’aria interna, riducono i consumi energetici di oltre il 50%.
Il vetro cellulare è un eccellente isolante termico. La ghiaia vetro cellulare è prodotta dal riciclaggio del vetro, il quale può essere riutilizzabile o riciclabile in qualsiasi momento.
Le facciate ventilate, costituite da pannelli sandwich con camera d’aria e un pannello isolante di 20 cm, consentono all’aria presente in esse di fluire per effetto camino in modo naturale migliorando le prestazioni termo- energetiche.
I vetri basso emissivi impediscono la fuoriuscita della radiazione termica emessa dai corpi riscaldanti permettendo un notevole risparmio dei costi energetici di riscaldamento.
Il tetto è coperto interamente da 124 pannelli solari che producono energia per 33,48 kWp per una produzione totale di 36,208.8 kWh all’anno.
L’impianto di condizionamento prevede il controllo di temperatura, umidità relativa, velocità e purezza dell’aria in condizioni sia invernali sia estive. Un sistema di filtri salvaguarda da invasioni batteriche e salubrità degli ambienti interni. Il ricircolo dell’aria interna permette un recupero di calore fino al 90%.
Al fine di proteggere dall’irraggiamento solare estivo l’edificio è dotato di tende a caduta.