CENTRO CULTURALE KRONA

Mecanoo ha completato KRONA, un centro culturale situato in un quartiere centrale di Kongsberg, che stimola l’interazione tra le diverse comunità e discipline.
Città: KONGSBERG
Nazione: NORVEGIA
Tipologia: CULTURA
Progettista Architettonico: MECANOO
Date: 2015
Composto da diverse funzioni, il centro culturale KRONA offre nuove aule e laboratori tecnici per il Buskerud University College e il Tinius Olsen Technical Vocational College, così come una biblioteca universitaria, una biblioteca pubblica, un cinema, uffici comunali e un auditorium. 
L’edificio si affaccia sul parco sul parco Hasebergtjerndalen, che dispone di spazi per spettacoli all’aperto e di anfiteatro nel parco. 
Le funzioni pubbliche collocate al centro dell’edificio, come le biblioteche pubbliche e universitarie, sembrano essere tagliate dal volume dell’edificio e continuare nella piazza della chiesa.  
I pavimenti di pietra dei cortili circostanti continuano anche verso l’interno, migliorando la continuità materiale con lo spazio pubblico. 
Il continuo relazionarsi con l’architettura tradizionale è presente anche in facciata dove sono stati utilizzati listelli di legno verticali e grezzi, cemento e ad alcuni elementi snelli d’argento che riflettono la luce del giorno. 
L'intero complesso può essere utilizzato in modo flessibile: la sera la mensa universitaria si trasforma in una caffetteria, la biblioteca pubblica funge da foyer del teatro e la galleria d’arte si trasforma in un bar per il centro cinematografico. Il concetto stesso di costruzione è adattabile nelle sue componenti e forme. 
Al centro del programma condiviso è una serie di grandi sale che possono ospitare eventi come conferenze, incontri, spettacoli, ricevimenti e concerti. Gli auditorium nel cuore dell’edificio sono attrezzati per una varietà di configurazioni diverse. Questi spazi di intrattenimento sono progettati per essere il più aperti e flessibili possibile e creare un’atmosfera vivace e di socialità, in connessione al contesto storico di Kongsberg. 

Crediti fotografici: Mecanoo