CANTINA TRAMIN

Nazione: ITALIA
Tipologia: INDUSTRIA
Progettista Architettonico: WERNER TSCHOLL
Date: 2010
Come una vite che nasce dal terreno, con ramificazione irregolare, diradata e di differente lunghezza, dove quello che prevale è la regola – assolutamente varia ed eterogenea – di crescita dell’arbusto; i tralci della pianta sono gli elementi strutturali della Cantina Tramin: ne divengono il sostegno, avvolgono le funzioni interne, ridefiniscono l’immagine dell’azienda vinicola. L’edificio si tramuta in elemento naturale, in entità vegetale e si radica nel suolo collinare, ampliando il preesistente fabbricato risalente al 1898. Con le sue forme assolutamente tradizionali, il corpo storico in cui aveva avviato l’attività Christian Schrott diviene il fulcro da cui si dipartono le due ali pensate dall’architetto altoatesino Werner Tscholl e funge da hall di ingresso ai nuovi spazi, volti a reinterpretare il territorio eterogeneo e composito della celebre “strada del vino” nella provincia di Bolzano. Rivestite da una griglia di profili metallici verniciati di verde, le braccia sono rastremate in corrispondenza della gronda: contro le murature - ormai centenarie - del maso, raggiungono la quota più bassa per poi risalire, decretando l’organico inserimento nel paesaggio. La copertura è inclinata, l’involucro edilizio fortemente permeabile: il progetto stabilisce visuali privilegiate sul contesto circostante, ne acquista l’identità di landmark artificiale, diviene un riferimento orientativo nella valle e nella sequenza ordinata dei filari di uva. Entro le sagome dinamiche e flessibili, uniformate dalla pelle reticolare, si strutturano i due livelli programmatici dell’ampliamento: la porzione di seminterrato - dedicata ai contadini, al trasporto delle merci, allo scarico dei prodotti ed alla loro lavorazione - è separata dall’area pubblica, riservata a visitatori e turisti. Gli ospiti siedono dietro la facciata vetrata contenuta nel tessuto strutturale, degustano Gewurztraminer delle migliori annate; e l’architettura della Cantina Tramin è considerata un meta apprezzabile al pari delle bottiglie per cui l’azienda è divenuta celebre.