CALIFORNIA ACADEMY OF SCIENCES

La California Academy of Sciences, fondata a San Francisco nel 1853, è una delle istituzioni più prestigiose negli Stati Uniti e uno dei pochi istituti di scienze naturali in cui l'esperienza pubblica e la ricerca scientifica si trovano sotto lo stesso tetto.
Città: SAN FRANCISCO
Nazione: STATI UNITI D'AMERICA
Tipologia: CULTURA
Progettista Architettonico: RENZO PIANO BUILDING WORKSHOP
Date: 2008
L'Accademia è situata all’interno del Golden Gate Park, sito del suo predecessore distrutto nel terremoto del 1989, che era composto da 11 edifici costruiti tra il 1916 e il 1976 e raggruppati intorno ad un cortile centrale.  
Di questi, solo tre edifici tre sono stati recuperati e inglobati all'interno del nuovo progetto: l’African Hall, il North American Hall e l’ingresso dello Steinhart Aquarium. 
Il nuovo edificio ha mantenuto la stessa posizione e orientamento dell'originale con tutte le funzioni disposte intorno ad un cortile centrale, che funge da lobby d'ingresso.
Questo punto di connessione è ricoperto da una copertura caratterizzata da due bolle fortemente evidenti che segnano gli spazi del Planetario e della Biosfera. 
Tra queste vi è una grande cupola concava di vetro costruita su una struttura reticolare, che garantisce l’illuminazione naturale del grande spazio centrale sottostante che, alto 10 metri e chiamato “La Piazza”, si configura come uno spazio polifunzionale per incontri o eventi.  
La linea del tetto ondulato favorisce la ventilazione interna, grazie ai lucernari presenti sul tetto, apribili in modo automatizzato in base alla temperatura presente all’interno, mentre il controllo dell’illuminazione è demandato ai fotosensori. 
Il tema dell’energia è stato centrale all’interno del progetto sia per quanto riguarda l’abbattimento dei consumi sia per la creazione di energia pulita. 
Alcune delle strategie sostenibili adottate riguardano la copertura in vetro che, rivestita da più di 60.000 cellule fotovoltaiche, producono circa il 10% del fabbisogno elettrico del complesso e la copertura verde, di circa 60.000 metri quadrati, in grado di assorbire l’acqua piovana e di condizionare naturalmente l’ambiente sottostante. 

Crediti fotografici: Tim Griffith, Nic Lehoux, Justin Lee, Tom Fox, SWA Group