BÜNDNER KUNSTMUSEUM

A Coira, in Svizzera, lo studio spagnolo Barozzi Veiga ha realizzato un nuovo volume che amplia l’offerta espositiva di Villa Planta, la residenza in stile neoclassico realizzata nel 1874 su progetto dell’architetto Johannes Ludwig e poi trasformata nel Bündner Kunstmuseum.
Nazione: SVIZZERA
Tipologia: CULTURA
Progettista Architettonico: BAROZZI VEIGA
Date: 2016
A caratterizzare il nuovo edificio è la sua diversa disposizione del programma museale: al fine di ridurre al minimo il proprio volume esterno, in nuovo edificio ospita gli spazi espositivi al di sotto del livello del suolo, mentre al piano terreno è collocato solo l’ingresso al pubblico. 
Questa soluzione gli permette di creare un nuovo spazio pubblico esterno che incorpora il parco che circonda Villa Planta e si integra con i giardini degli edifici vicini. 
Nonostante il nuovo volume sia autonomo e indipendente rispetto all’edificio storico, il progetto cerca di stabilire comunque una connessione tra le due strutture, richiamando l’influenza palladiana di Villa Plata e il suo apparato decorativo. 
All’interno, infatti, entrambi gli edifici presentano un piano di simmetria centrale e utilizzano la geometria come strumento di coesione che, nel caso del nuovo ampliamento, gli consente anche di semplificare il sistema strutturale e di organizzare le sale espositive ai livelli inferiori. 
Per quanto riguarda l’apparato decorativo, invece, gli ornamenti di Villa Planta evocano le influenze orientali delle sue origini, mentre nell’ampliamento il sistema compositivo delle facciate rafforza la sua espressività e la sua autonomia rispetto alla Villa.  

Crediti fotografici: Karina Castro