AUDITORIUM TEATRE DE LLINARS DEL VALLÈS

Città: BARCELLONA
Nazione: SPAGNA
Tipologia: CULTURA
Progettista Architettonico: ALVARO SIZA VIEIRA
Date: 2015
La composizione di volumi monolitici in mattoni rossi del teatro-auditorium progettato da Álvaro Siza Vieira vicino a Barcellona crea una sorta di paesaggio architettonico, diverso su ogni fronte. L’Auditorium Teatro di Llinars del Vallès (in provincia di Barcellona) è la prima iterazione di un progetto più ampio, che interesserà il suolo pubblico adiacente. L’area coinvolta ha una forma sostanzialmente triangolare e collega il centro del paese con il suo limite nella parte nord-orientale. Il lotto, all’interno del quale è stata mantenuta la casa colonica Can Marquès, ospita un parco urbano, attrezzature pubbliche e aree residenziali. All’interno del parco, una zona boschiva con alberi antichi, attraversata da un corso d’acqua, è stata mantenuta intatta. Per ragioni di qualità ambientale, la conservazione della foresta è stata un fattore determinante nella nuova distribuzione degli edifici. Inoltre, gli elementi botanici di grande valore che in parte circondano Can Marques, hanno offerto l’opportunità di restaurare e ampliare l’edificio in modo da ospitare l’auditorium e il teatro. Gli elementi di valore da preservare nel parco e nella casa, tanto quanto la progettazione del parco stesso, hanno guidato il layout generale del complesso e determinato le sue connessioni interne ed esterne. Secondo il programma funzionale presentato dal Comune, era necessario offrire un ampio spettro di usi scenici e attività musicali, cioè progettare un’attrezzatura che offrisse la maggior versatilità possibile per eventi artistici, culturali e sociali. L’edificio si articola in pianta e in elevazione dal palco, “cuore” delle attività. Da questo punto dipendono tutte funzioni e le viste: musicisti e attori; spettatori, paesaggio, spogliatoi, deposito e amministrazione. Così, i diversi usi sono disposti all’interno di spazi legati al palco, e i volumi corrispondenti vengono visualizzati come tali, articolati attorno a una serie di corti. La scelta di inserire il complesso con un fronte rivolto verso Ronda Sant Antoni risponde alle diverse richieste generali: non tenerlo troppo vicino al bosco, impostare correttamente il volume rispetto agli assi visivi del parco, renderlo visibile e accessibile dalla strada principale, e creare un accesso di qualità al parco. Crediti fotografici: Fernando Guerra | FG+SG.