AUDITORIUM DEL PARCO

L’Auditorium del Parco è un complesso ad uso musicale e teatrale realizzato a L’Aquila, grazie al contributo della Provincia Autonoma di Trento, in segno di solidarietà dopo le distruzioni del terremoto del 2009.
Città: L'AQUILA
Nazione: ITALIA
Tipologia: CULTURA
Engineering: MILAN INGEGNERIA
Progettista Architettonico: RENZO PIANO BUILDING WORKSHOP
Date: 2012
Nato da un’idea di Claudio Abbado, è stato progettato da Renzo Piano. La struttura è stata inaugurata il 7 ottobre 2012 con un concerto dell’Orchestra Mozart diretta dallo stesso Maestro Abbado. Il complesso è situato all’interno dello splendido Parco del Forte spagnolo, nelle vicinanze del Castello, ed è leggermente decentrato rispetto alla direttrice che congiunge il bastione ovest alla fontana Luminosa dell’adiacente piazza. L’Auditorium è formato da tre volumi a forma cubica: il principale, centrale rispetto agli altri due, contiene la sala ed è ruotato rispetto alla linea di terra, come fosse conficcato nel terreno. I due volumi secondari laterali, che contengono il foyer, i servizi al pubblico, i vani tecnici e i camerini per agli artisti, sono collegati tra loro e al corpo principale mediante passerelle e scale in ferro e vetro. Le strutture, che raggiungono 18m in altezza, sono in legno delle conifere della Val di Fiemme del Trentino e sono state realizzate nel rispetto dei più avanzati criteri di progettazione antisismica; i tre edifici, leggeri perché in legno, poggiano su isolatori capaci di assorbire gran parte dell’ energia sismica. Nella sala, un palco rialzato capace di contenere 40 musicisti è circondato da una doppia platea di 8 gradoni sul lato sud e 2 su quello nord, per 250 posti a sedere; in caso di necessità, la gradinata più piccola può essere utilizzata dai coristi. Il colore rosso dei rivestimenti interni, come la tela dei posti a sedere, richiamano l’abete rosso con cui è stata realizzato tutto l’ edificio. Un sistema di pannelli di legno appesi al soffitto della sala e garantiscono un’acustica perfetta. 200 alberi piantati nei dintorni dell’Auditorium, circa equivalenti alla quantità di legno a quella utilizzata nella costruzione dell’edificio simboleggiano la continuità della vita.

Crediti fotografici: Marco Caselli Nirmal