AMPLIAMENTO DELLA FACOLTÀ DI LEGGE – UNIVERSITÀ DI TRENTO

Il progetto per l’ampliamento della Facoltà di Legge dell’Ateneo trentino si configura come un intervento di completamento e ricucitura, in un’area tra le più antiche della città, rimasta per molto tempo inutilizzata a seguito di scavi archeologici svolti nelle immediate vicinanze.
Città: TRENTO
Nazione: ITALIA
Tipologia: ISTRUZIONE
Engineering: TEKNE INGEGNERIA
Progettista Architettonico: EMILIO PIZZI TEAM ARCHITECTS | MARIO BOTTA
Date: 2004
Il nuovo edificio si dispone longitudinalmente lungo via Rosmini, creando una nuova quinta urbana lunga 90 metri, che completa l’isolato. Il progetto, infatti, consiste di un fabbricato in linea, profondo solo pochi metri, che ospita al suo interno due grandi aule gradonate in asse, contigue e contrapposte, separate da una parete rimovibile centrale.  
I nuclei di distribuzione verticale sono posti alle estremità, liberando completamente il piano terra, dove trova posto una sorta di foyer-sala studio, chiuso da pareti trasparenti che consentono di cogliere dalla strada la profondità del lotto. L’ultimo piano, invece, ospita gli studioli per i docenti. 
Tre piani interrati, di cui uno recuperato da un autosilo preesistente, assicurano una adeguata dotazione di spazi di parcheggio. 

Crediti fotografici: Tekne Ingegneria