ALLIANZ ARENA

Città: MONACO
Nazione: GERMANIA
Tipologia: SPORT
Progettista Architettonico: HERZOG & DE MEURON
Date: 2005
L’Allianz Arena dello studio svizzero Herzog & de Meuron è molto di più di una struttura sportiva o di un complesso periferico destinato ad essere occupato e vissuto solo durante le manifestazioni. Inaugurato in occasione del primo match dei mondiali di calcio del 2006 in Germania, questo stadio è diventato il simbolo di un materiale assolutamente innovativo, l’ETFE, che riveste in una successione “matelassè” di 2.874 cuscini romboidali il campo da gioco, le tribune e l’apparato funzionale. L’ETFE (Ethylene Tetra Fluor Ethylene) è un materiale riciclabile al 100% e dalle caratteristiche di indeformabilità e durabilità; la lunghezza delle "bolle" romboidali varia dai 4 sino agli 8 metri, mentre la larghezza parte da un minimo di 2 per arrivare ad un massimo di 4.25 metri. Ciascuno degli elementi è quindi composto da due membrane; nella loro diversa combinazione risiede l'unica distinzione tra facciata e copertura: bianco/trasparente per la pelle verticale; trasparente/trasparente per quella orizzontale. Il risultato è un effetto di continuità che persegue l’ideale di leggerezza: il rivestimento sembra galleggiare, fluido e lieve, rispetto al terreno, come una sorta di pallone aerostatico. Quattro metri separano l’involucro dalla superficie della piazza e consacrano la dimensione vibrante dell’intervento del team conosciuto a livello internazionale. Le tribune distribuite su tre ordini sono separate dalla facciata a cuscini da una struttura in cemento armato: la loro vicinanza al terreno di gioco, unitamente alla notevole capacità ricettiva, è frutto di una massima concentrazione spaziale e di una distribuzione ottimale che ha assecondato anche la ridotta tempistica di cantiere prevista in 3 anni. Lo stadio conserva una precisa suddivisione degli accessi a seconda della tipologia di visitatore: l’entrata destinata ai rappresentanti mediatici, al personale di sicurezza e di vip e quella riservata al pubblico sono organizzate attraverso due livelli differenti. Mentre i primi raggiungono il complesso tramite un ingresso circonferenziale posto a livello 0, i visitatori utilizzano invece l’Esplanade al livello 2 che, mediante la sua articolazione, funge anche da copertura ai parcheggi. Crediti fotografici: Duccio Malagamba.
Approfondimenti