AEROPORTO INTERNAZIONALE QUEEN ALIA

Città: AMMAN
Nazione: GIORDANIA
Tipologia: INFRASTRUTTURE
Progettista Architettonico: FOSTER + PARTNERS
Date: 2012
Il Queen Alia International Airport è stato progettato per essere la porta principale di Amman, una delle città abitate più antiche nel mondo. Strategicamente l'edificio assicura la posizione di Amman come il fulcro principale della Regione di Levante. Logisticamente, permette all'aeroporto di crescere del 6% annuo per i prossimi venticinque anni, aumentando la capacità da 3 a 12,8 milioni di passeggeri all'anno entro il 2030. In risposta alla competenza locale dell'edificio e al clima di Amman, dove le temperature estive variano notevolmente tra il giorno e la notte, l'edificio è costruito interamente in calcestruzzo. L'alta massa termica del materiale, infatti, fornisce un controllo ambientale passivo. La copertura comprende una serie di cupole di calcestruzzo poco profonde, che si estendono per ombreggiare le facciate. Per consentire una perfetta espansione futura, ogni cupola è un'unità modulare. Le cupole si estendono dalle colonne di supporto come le foglie di una palma e la luce del giorno inonda l’atrio attraverso i raggi divisi dalle giunzioni della colonna. Un modello geometrico basato sulle forme islamiche tradizionali è applicato a ogni soffitto esposto. Il terminal è vetrato su tutti i lati per aprire lunghe viste verso gli aeroplani sul piazzale e la torre di controllo. Due banchine con i gates per le partenze si trovano su entrambi i lati dell'edificio centrale, che contiene le principali aree aeroportuali oltre a negozi, la sala d’attesa e ristoranti. Tra questi volumi, i cortili all'aria aperta rimandano all'architettura araba vernacolare e contribuiscono alla strategia ambientale del terminal: le piante e gli alberi aiutano a filtrare l'inquinamento dell'aria prima di entrare nel sistema di trattamento dell'aria. Crediti fotografici: Foster + Partners.
Post correlati