Workshop internazionale di architettura, con grandi firme a sostegno di un progetto umanitario

L’Associazione Balouo Salo, IN/Arch Sicilia e il Laboratorio di Architettura e Composizione Architettonica II del DICAR dell’Università degli Studi di Catania organizzano con la partecipazione della Camera di Commercio e del Governo di Sedhiou (Senegal) un workshop internazionale di progettazione architettonica aperto a studi di professionisti, studenti e laureati nelle discipline di architettura, ingegneria, design, urbanistica, paesaggio e ambiente. 
Il fine del workshop è di elaborare progetti di architettura fondati sui principi di autocostruzione sostenibile, votata al soddisfacimento dei bisogni umanitari attraverso sperimentazioni e metodologie progettuali finalizzate allo sviluppo del territorio e delle economie locali della Regione di Sedhiou, in Senegal. Il workshop costituisce una eccezionalità internazionale in ragione delle sue tematiche progettuali e dei professionisti coinvolti. 
Esso si chiamerà “Kaira Looro” che tradotto nella lingua dell’etnia Mandinga vuol dire “Architettura della pace” o “Architettura della serenità”. I mandinga sono i più diffusi nell’area di progetto dei temi del workshop ma anche i principali beneficiari del progetto “Un ponte per la vita” dell’organizzazione internazionale no profit Associazione Balouo Salo, attualmente impegnata in Senegal per risolvere una gravissima emergenza umanitaria che causa morte, malnutrizione e povertà a 80.000 persone.(www.balouosalo.com)

In ragione delle tematiche progettuali ed umanitarie del workshop hanno aderito all’iniziativa alcuni dei più importanti studi internazionali di architettura. La loro presenza e il loro contributo costituiscono una straordinaria occasione di condivisione e di arricchimento culturale. Tra questi si citano Arcò (Milano), Stefano Boeri Architetti (Milano), Renè Bouman (Rotterdam), Pilar Diez Rodriguez (Palencia), Hugh Dutton (Parigi), Studio Libeskind (Milano), Josep Miàs Gifre (Barcellona), Kengo Kuma (Tokyo), Ko Nakamura (Tokyo), ACA (Catania). A questi si aggiungeranno altri studi di grande livello, selezionati dal comitato scientifico del workshop.

Con il workshop “Kaira Looro” si vuole dare un contributo in termini di continuità progettuale, umanitaria ed economica, attraverso interventi che consentano lo sviluppo del territorio e basati sulle culture e tradizioni locali, adoperando esclusivamente materiali, tecnologie e metodologie costruttive compatibili con i luoghi. I progetti sviluppati dal workshop potranno inoltre essere donati alle popolazioni della vallate di Tanaf. Inoltre, l’intero ricavato dell’iniziativa sarà interamente devoluto al progetto umanitario “Un ponte per la vita” per contribuire alla risoluzione dell’emergenza. 
Il workshop si svolgerà eccezionalmente nella città di Catania dal 4 al 11 settembre. Durante la settimana i team di progettazione composti dai professionisti aderenti, studenti e giovani laureati partecipanti, svilupperanno 10 progetti: sartoria, centro smistamento riso, centro produzione pirogue, centro insegnamento kora, mercato, abitazione tipo, sistemi per la raccolta delle acque, sistemi per l’ostricoltura e centro per l’artigianato. I progetti saranno poi oggetto di una mostra pubblica. 

Per ulteriori informazioni si può visitare il sito ufficiale del workshop www.kairalooro.com.

Apertura candidature – 1 maggio 2016 
Early registration 260 € – dal 01 maggio al 30 giugno 2016 
Late registration 320 € – dal 01 luglio al 27 agosto 2016 
Chiusura iscrizioni – 27 agosto 2016