Pubblicato il 6 maggio 2013

Urbanistica e perequazione. Di Franco Angeli Editore

Curato da Sebastiano Carbonara e da Carmelo Maria Torre, il volume “Urbanistica e perequazione. Regime dei suoli, land value recapture e compensazione dei piani”, edito da Franco Angeli, richiama le esperienze più significative in merito in Europa e negli Stati Uniti e aggiorna il tema rispetto a quadri interpretativi che ganno visto il dibattito sulla perequazione trasferirsi sempre più spesso nell’arena del contenzioso amministrativo.
E’ utile occuparsi ancora di perequazione urbanistica oggi in Italia? Sembra proprio di sì, considerato anche che un rilevante numero di comuni italiani ha avviato o sta avviando ora la redazione di nuovi piani, finalizzati ad una riconciliazione tra utilità pubblica e profitto privato, mercato delle costruzioni e sostenibilità ambientale, legittimità giuridica delle azioni ed equità dei processi distributivi.
Con sempre maggiore evidenza la perequazione si configura come una forma di recupero e redistribuzione del plus valore fondiario – attuata nel piano urbanistico – che deve essere necessariamente accompagnata e non sostituita da forme di fiscalità immobiliare, da politiche di rigenerazione urbana e di partenariato pubblico-privato.