Pubblicato il 20 dicembre 2017

“Urban Village Navigli”: il cohousing diventa grande

Sono oltre 1.000 i nuclei familiari milanesi che hanno manifestato interesse a partecipare a “Urban Village Navigli”, nuova grande iniziativa immobiliare di Cohousing.it, portale che riunisce una community di oltre 25.000 persone.
In questa prima fase di lancio la notizia dell’avvio del progetto cohousing (modello abitativo che si sta consolidando sempre più anche in Italia, è stata riservata ai soli iscritti alla community Cohousing.it. 

“Urban Village Navigli” sorgerà al civico di 18 di via Pestalozzi a Milano, nei pressi del Naviglio Grande e della chiesa di San Cristoforo, dove un vecchio complesso scolastico appartenente al “Fondo Scoiattolo”, gestito da BNP Paribas REIM SGR p.A. per conto della Cassa Nazionale di Previdenza dei Ragionieri, verrà demolito per far posto a cinque nuovi edifici totalmente innovativi. 

Le famiglie prenotanti costituiranno il primo gruppo promotore e, grazie a questo lavoro preventivo, si avvierà il processo di acquisizione definitiva dell’immobile, all’avvio dei lavori e di Progettazione Partecipata. L’avvio dei lavori di costruzione è previsto per l’inizio del 2018, mentre le opere di emolizione e scavi sono in corso a cura della attuale proprietà. 

Coordinamento e regista dell’operazione è NewCoh, la società che ha portato il cohousing in Italia e che ha già promosso con successo diversi progetti: il primo fu lanciato a Milano nel 2007 (Urban Village Bovisa), seguito da altre cinque iniziative, di cui due ancora in corso di completamento sempre a Milano (Cohousing Chiaravalle e CO-ventidue in Corso XXII Marzo 22, quest’ultimo acquisito dal “Fondo Immobiliare – Comune di Milano I”, sempre gestito da BNP Paribas REIM SGR p.A. con la consulenza tecnico-finanziaria di Harley&Dikkinson). 

I dati dei futuri abitanti: età, dimensione, richiesta degli alloggi, preferenze di spazi comuni 
La raccolta delle oltre 1.000 manifestazioni d’interesse per “Urban Village Navigli” ha fornito preziose informazioni ai professionisti di NewCoh per affinare il concept di progetto, secondo i desideri dei potenziali futuri abitanti. Dalle elaborazioni delle risposte fornite online sul modulo di interesse emerge che il 33% ha tra i 30 e i 40 anni, mentre il 24% è tra i 40 e i 50 anni. Le dimensioni degli alloggi più richieste sono trilocali (40% delle richieste) e mono-bilocali (35%), mentre ben il 25% desidera un plurilocale superiore a 120 metri quadrati. Oltre la metà dei richiedenti (54%) è proprietaria dell’alloggio in cui risiede attualmente mente il 22% sarebbe disposto ad anticipare il 50% o più sul prezzo totale dell’immobile. 

Gli spazi comuni sono un elemento centrale di ogni progetto Cohousing: nel caso di Urban Village Navigli i più richiesti sono gli spazi verdi (per il 60%), quelli tecnici come lavanderia/stireria comune, hobby room, wine cellar, bike clinic e deposito per gas – gruppo di acquisto solidale (60%). Il 51% vorrebbe spazi per la convivialità (feste, mangiare insieme, riunioni, spettacoli e cultura) e il 48% spazi per sport e wellness (palestra, spa). 

Il progetto è piaciuto molto alla nostra community.” – afferma Marco Bolis, General Manager NewCoh – “È prevista la demolizione dell’esistente edificio e la ricostruzione, mantenendo la disposizione del lotto e proponendo un disegno architettonico di gran valore, firmato da Cino Zucchi Architetti. Su un’area di 9.600 metri quadrati sorgeranno cinque palazzine per un totale di circa cento unità abitative. Come nei nostri precedenti progetti, prevediamo il massimo livello di qualità abitativa con raggiungimento della classe energetica A, prezzi degli appartamenti inferiori alla media della zona, nonché sostenibilità ambientale, economica, sociale, e una particolare attenzione ai giovani under 35, per i quali stiamo studiando formule innovative e vantaggiose di adesione". 

Un progetto che coniuga le richieste del mercato e restituisce valore ai futuri residenti. 
Urban Village Navigli” – sottolinea Nadia Simionato, CEO di NewCoh – “è un’affascinante iniziativa di rigenerazione urbana in una delle zone più caratteristiche di Milano: non potevamo trovare soluzione migliore per un grande progetto di cohousing il cui scopo principale è quello di favorire i rapporti di buon vicinato e uno stile di vita collaborativo. Viste le notevoli dimensioni sarà un insieme di piccoli cohousing che creerà un grande cohousing per rendere il tutto un luogo accogliente, come un villaggio dove i confini umani non esistono e le relazioni umane sono fluide come l’acqua”. 

A sua volta, l’Architetto Cino Zucchi ha affermato - “Per anni il mercato immobiliare ha continuato a riprodurre tipologie abitative ‘standard’, senza riflettere suoi nuovi bisogni e sui desideri di persone e nuclei familiari che vivono in pieno la contemporaneità. Un abitante della città consuma la metà dell’energia di uno dei sobborghi; tutta l’Europa sta riscoprendo le virtù della vita urbana, la ricchezza di opportunità e di relazioni che essa offre, le sue inattese qualità ecologiche. Nel progetto di via Pestalozzi sperimenteremo insieme agli abitanti modelli spaziali innovativi, dove il comfort e la qualità ambientale degli alloggi accoglierà stili di vita diversi, e la dimensione comune offrirà non solo servizi di grande utilità, ma sarà in grado di ricostruire la dimensione serena e conviviale dello ‘stare insieme’, persa sia nella metropoli sia nella ‘villettopoli’ suburbana”. 

Da sempre Harley&Dikkinson ritiene che la finanza deve tornare ad essere quello per cui è nata, ovvero un supporto a idee, iniziative, progetti volti a valorizzare l’uomo nella sua accezione più alta” – sostiene Alessandro Ponti, AD di H&D – “e per questo crediamo sia doveroso dare un supporto a quei soggetti che, sposando un percorso virtuoso e di efficientamento della ‘prima cellula sociale’ in cui vivono, ovvero in condominio, possono richiederne ausilio. Siamo dunque lieti di affiancarci, anche con questo nuovo progetto, a NewCoh, con cui ci impegniamo a concretizzare la nostra vocazione di mettere la persona al centro”. 

Pubblicato su Modulo 410, Novembre/Dicembre 2017
SCARICA IL PDF
Realizzazione: URBAN VILLAGE NAVIGLI
Progettista: CINO ZUCCHI ARCHITETTI
Categorie: Mercato | Architettura