Pubblicato il 18 luglio 2013

Un miliardo di euro per il pagamento delle PA in Lombardia

La Giunta della Regione Lombardia ha licenziato una nuova misura straordinaria chiamata “Credito In Cassa”, sostenuta da Ance Lombardia e finalizzata allo smobilizzo dei crediti scaduti vantati dalle imprese lombarde nei confronti degli Enti Locali (Comuni, Unioni di Comuni e Province). La misura viene realizzata attraverso la cessione dei crediti certificati alle società di factoring convenzionate con Finlombarda.
Questi gli elementi essenziali delle nuova misura regionale:
- verranno erogate importanti risorse finanziarie a sportello: 19 milioni di euro messe a disposizione da Regione Lombardia a favore dell’intervento; 50 milioni di euro messe a disposizione da Finlombarda come fondo di garanzia; 1 miliardo di euro messo a disposizione dalle società di factoring convenzionate per l’acquisto dei crediti delle imprese.
- i crediti potranno riguardare sia le spese correnti (spese ordinarie), sia le spese in conto capitale (spese di investimento) e avere un importo minimo di 10mila euro e massimo di 750mila per i Comuni e le Unioni di Comuni e di un massimo di 1,3 milioni per le Province e i Capoluoghi di Provincia.
- le imprese possono cedere alle società di factoring il proprio credito scaduto verso gli enti locali e ottengono liquidità, tramite un pagamento diretto, a condizioni competitive (abbattimento del tasso dello 0,75% con un costo finale del 2,5% di interessi).
- se l’impresa cedente si impegna a liquidare a sua volta i propri sub-fornitori, tali importi sono aumentati rispettivamente fino a 950mila euro per i crediti verso i Comuni e le Unioni di Comuni e fino a 1,5 milioni di euro per i crediti verso le Province e i Comuni Capoluoghi di Provincia.
- “Credito In Cassa” si rivolge a tutte le imprese lombarde (micro, piccole, medie e grandi) singole in qualunque forma costituite, con sede legale o operativa in Lombardia, appartenenti a tutti i settori, che abbiano crediti (per la fornitura di beni e/o servizi / lavori nei confronti di Comuni/Unioni di Comuni e Province lombarde) scaduti o che saranno scaduti - durante il periodo di durata della misura - alla data di presentazione della domanda di accesso all’intervento.
E’ importante sottolineare che il processo di smobilizzo presuppone la certificazione del credito che dipende dal singolo ente. Plauso all’iniziativa da parte del presidente di Ance Lombardia, Luigi Colombo. (Fonte ANCE)