Pubblicato il 6 febbraio 2013

Un convegno a Mestre sul conto termico

L’esame del nuovo Conto Termico, i suoi elementi fondamentali e le principali novità con analisi sui contenuti, esempi applicativi, valutazione di costi e benefici, approfondimenti e commenti sono il tema di un dibattito organizzato da ZeroEnergy il 14 febbraio 2013 a Mestre. I relatori Christian Guida, Giuseppe Rocco, Luca Frattambrini, Federico Fiorin, discuteranno di tutti i numeri del risparmio energetico.  Non si parla infatti di una detrazione fiscale dalle tasse, ma di un incentivo in denaro che copre fino al 40 per cento delle spese. I nuovi contributi coprono le  dismissione degli impianti esistenti, le opere idrauliche, murarie, elettriche ed idrauliche per la sostituzione degli impianti esistenti nonché le prestazioni professionali connesse alla realizzazione degli interventi e per la redazione di diagnosi energetiche e di attestati di certificazione energetica.
Il decreto "Conto Termico" incentiva l'incremento dell'efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili in attuazione dell'articolo 28 del decreto legislativo 28/2011. Con il nuovo sistema di incentivi, sono a disposizione 900 milioni di euro all’anno per interventi di incremento dell’efficienza energetica in edifici esistenti per usi domestici e per piccole aziende e le pubbliche amministrazioni. Le incentivazioni previste sono destinate ad apparecchi domestici quali: pompe di calore, stufe a legna, termo camini, impianti solari termici e scaldacqua.
Per le pubbliche amministrazioni sono ammessi agli incentivi anche gli interventi di isolamento delle superfici opache (esterne, interne, pareti ventilate e isolamento delle coperture), la sostituzione di chiusure trasparenti, la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con generatori di calore a condensazione e l’installazione di sistemi di schermatura e/o ombreggiamento di chiusure trasparenti. I soggetti pubblici con la nuova Direttiva sull’efficienza energetica 2012/27/UE, a partire dal 1° gennaio 2014 dovranno annualmente ristrutturare il 3% della superficie coperta per rispettare gli standard minimi energetici ed arrivare entro il 2020 alla riduzione del 20% dell’energia primaria.
Il convegno è previsto per il 14 febbraio 2013 alle ore 18 presso il Centro Culturale Città Aperta in via Col Moschin n. 20 a Mestre.