Pubblicato il 11 dicembre 2017

Terremoti: impossibile prevederli, possibile neutralizzarli

I terremoti fanno paura perché da sempre l’uomo occidentale costruisce case, fabbriche e palazzi preoccupandosi di proteggersi dai fenomeni del cielo ma non da quelli della terra. Knauf ha messo a punto numerose soluzioni antisismiche basate sulla leggerezza e sulla capacità di lastre e profili di assorbire le sollecitazioni derivanti dal sisma minimizzando i danni strutturali.
E' proprio l’inadeguatezza delle tecniche costruttive tradizionali a resistere agli scuotimenti tellurici che per secoli ha reso tragico ogni evento sismico; tuttavia i terremoti possono essere neutralizzati facilmente se si adottano soluzioni costruttive innovative, basate sulla leggerezza e sulla capacità di assorbire le scosse invece di opporvisi. 
Questo è l’approccio di Knauf, che ha messo a punto numerose soluzioni antisismiche capaci di dare la risposta più efficace a tre principali esigenze: 
• ristrutturare in modo antisismico il patrimonio edilizio esistente, 
• ripristinare rapidamente quanto danneggiato in caso di sisma,
• edificare nuove costruzioni con soluzioni antisismiche affidabili e convenienti. 
Gran parte delle odierne soluzioni antisismiche ricorrono ai sistemi leggeri quasi esclusivamente per gli interni; Knauf invece risolve il problema in modo più completo, adottando soluzioni di edilizia leggera di provata efficacia, con strutture portanti in profili leggeri, su cui innesta i propri sistemi di tamponamento, interno ed esterno, pavimentazione e soffittatura. Questi sistemi costituiscono la base della proposta Knauf per l’edilizia antisismica, la cui resistenza è stata testata con successo sulla pedana vibrante dell’Università Federico II dove si è verificato che una casa così costruita può resistere a sismi di intensità anche di molto superiore al terremoto dell’Aquila. 

Le caratteristiche 
I sistemi di edilizia antisismica di Knauf hanno nella semplicità il loro principale punto di forza: si basano su telai strutturali metallici leggeri, rivestiti esternamente e nei solai con lastre in cemento fibrorinforzato (es. Aquapanel) e internamente con lastre in gesso rivestito, gesso fibra e materiali isolanti nelle intercapedini. Oltre a questo, controsoffitti antisfondellamento certificati idonei a resistere alle sollecitazioni sismiche, possono soddisfare sia esigenze estetiche che prestazionali in termini di correzione acustica, protezione dal fuoco, isolamento termico e sicurezza. 
I pacchetti che si creano in questo modo sono altamente antisismici, individualmente e nel loro assemblato, hanno ingombri minimi e offrono performance elevatissime in termini di isolamento termico, acustico e di protezione contro il fuoco. Knauf vanta già molte esperienze positive in questo ambito, come la ricostruzione dei fabbricati residenziali e pubblici all’Aquila e in Emilia, avvenuta in tempi molto rapidi. Il largo impiego di tecnologie costruttive a secco, e gli ottimi risultati che queste hanno raggiunto, hanno permesso a progettisti e imprese di verificare sul campo che questo è il sistema costruttivo capace di perseguire congiuntamente obiettivi di sicurezza antisismica, convenienza economica e comfort abitativo.
Prodotti e tecnologie: KNAUF
Categorie: Aziende