Pubblicato il 22 giugno 2015

SVILUPPO - Torino, riqualificazione del Palazzo del Lavoro

A Cushman l’incarico di portarlo a termine.

Senza dubbio è una sfida: portare a termine la riqualificazione del Palazzo dell'Esposizione Internazionale del Lavoro, meglio noto come Palazzo del Lavoro o B.I.T. (Bureau International du Travail).
Riguarda un edificio realizzato in occasione delle celebrazioni per il centenario dell’Unità d’Italia, nel 1961, che per lungo tempo è stato lasciato al suo destino. Qualcosa che si potrebbe verificare in linea teorica anche agli edifici di Expo e per questo riveste un’importanza strategica. Progettato da Pier Luigi Nervi con la collaborazione di Giò Ponti, è stato usato per eventi fieristici ed esposizioni. Dopo essere stato la sede dell’Università di Torino ed aver ospitato sporadiche attività commerciali o di entertainment, nel 2011 si è deciso, senza successo di destinarlo a centro commerciale. 
Oggi la proprietà, CDP Immobiliare ne detiene il 50%, sembra determinata a voltare pagina e sta realizzando un processo di riqualificazione che porterà a nuova vita il Palazzo del Lavoro. Per questo ha attivato come advisor Cushman&Wakefield. Lo scopo è individuare un soggetto acquirente idoneo a completare l’operazione di riconversione dell’immobile. 

Categorie: Mercato