Pubblicato il 18 maggio 2018

Schiattarella Associati vince il concorso per la realizzazione di tre Sports Cities in Arabia Saudita

Lo studio Schiattarella Associati, tra gli studi italiani più attivi in Medio Oriente, ha vinto il concorso a inviti per l’ampliamento e sviluppo di tre complessi sportivi situati rispettivamente nelle città i Medina, Dammam e Majmah.
Le tre città fanno parte delle nove Sports Cities del programma “Vision 2030”, un ampio percorso di riforma e ammodernamento del Paese che si costituisce come piano economico post-petrolifero del Paese e mira oltre alle diverse riforme economico-strutturali, a modernizzare lo stile di vita della popolazione attraverso un approccio più occidentale, promuovendo la cultura, turismo e sostenibilità. 
Il progetto per i tre complessi, commissionati dalla General Sports Authority dell’Arabia Saudita, prevede l’ampliamento delle strutture sportive esistenti, come gli stadi da calcio e le piscine, la realizzazione di nuovi impianti sportivi, nuove strutture commerciali, ricettive e parcheggi. 
La Sports City più ampia sarà quella di Medina che, con un finanziamento pubblico di circa 70 milioni di euro, si estenderà su una superficie di 215.000 metri quadrati e ospiterà al suo interno 40.000 spettatori. 
A seguire ci sarà la città di Majmah che si estenderà, invece, su una superficie di 160.000 metri quadrati ospitando al suo interno 25.000 persone per un investimento di 53 milioni di euro. 
Infine, ci sarà la città di Dammam che si estenderà su una superficie di 105.000 metri quadrati, ospiterà al suo interno 25.000 spettatori per un investimento di 14 milioni di euro. 

“Il nostro obiettivo è interpretare i progetti come piccoli frammenti di città, con le loro complessità e le loro diversità, un luogo aperto e vivibile”, hanno dichiarato i progettisti durante la riunione preliminare tenutasi negli uffici della General Sports Authority.
Categorie: Architettura