Pubblicato il 17 febbraio 2016

"Ritratti di Monumenti", Marco Introini - Gallarate, dal 20/2 al 28/3

Dal 20 febbraio al 28 marzo 2016, il MA*GA di Gallarate (VA) ospita la mostra di Marco Introini (1968) dal titolo "Ritratti di monumenti" presentata da Maddalena d’Alfonso con 30 fotografie inedite dell’artista milanese.
Tra le iniziative collaterali, si segnala la lectio magistralis di Marco Introini, in programma sabato 12 marzo, alle ore 17.00, al Museo MA*GA.

Tali opere nascono dal suo interesse per l’architettura e per il monumento inteso come documento e stratificazione materiale della memoria collettiva e sono il frutto della collaborazione con la storica impresa di restauro Gasparoli.

Oggetto dell’indagine sono alcuni importanti edifici storici, che sono stati recentemente oggetto di restauro a cura di Gasparoli Srl, come la Ca’ Granda, la Galleria Vittorio Emanuele, la Casa Manzoni, Sant’Ambrogio, San Lorenzo, a Milano, la Villa Reale di Monza, e ancora l’oratorio Visconteo di Albizzate (VA).

Fotografare i processi evolutivi urbani è una pratica che ha sempre accompagnato l’attività di Marco Introini e costituisce strumento originale per una riflessione sull’architettura e sulla città.
La volontà di documentare il gesto conservativo e artistico del restauro diventa occasione per creare opere d’arte capaci di raccontare la storia -e la cura del patrimonio - con immagini di grande intensità artistica.
La cifra più caratteristica delle fotografie di Marco Introini sta nella luce nitida che avvolge le architetture ritratte e porta alla celebrazione della cultura materiale.
I lavori urbani che ritraggono monumenti ed edifici restaurati ci invitano a guardare le immagini perfette di una costruzione mentale tipicamente europea. Il restauro dei monumenti, la conservazione degli edifici storici, persino la tutela di intere parti di città e di territorio sono infatti pratiche comuni per luoghi carichi di storia e di narrazioni collettive.


Marco Introini - Note biografiche
Marco Introini nasce a Milano nel 1968. Dopo la laurea in Architettura, diventa fotografo documentarista e docente di Fotografia dell’Architettura e Tecnica della Rappresentazione presso il Politecnico di Milano. Nel 2006 il suo lavoro viene presentato nel catalogo del Padiglione Italia della X Biennale di Architettura. Nel corso del 2015, per la Regione Lombardia e il MIBACT, si è dedicato alla documentazione fotografica dell’architettura in Lombardia dal dopoguerra ad oggi.
Categorie: Eventi