REAL ESTATE - Asset allocation: dove sono le opportunità del mercato immobiliare?

Per quanto riguarda l’asset allocation, è in lieve aumento la percentuale di residenziale, grazie alla crescita del numero di fondi specializzati. L’incremento di immobili abitativi è particolarmente evidente nei Paesi dell’Europa orientale, grazie a prospettive di forte aumento della domanda e rivalutazione dei valori nel medio-lungo periodo.
Nell’ambito del residenziale, investimenti massicci da parte dei fondi riguardano l’attività di ristrutturazione, soprattutto nell’ottica di risparmio energetico, e il comparto delle residenze specializzate, per anziani ma soprattutto per studenti. Si tratta di un settore in forte espansione visto che la popolazione studentesca fuori sede dovrebbe raggiungere otto milioni nei prossimi dieci anni, quasi il doppio di quella attuale. Inoltre si tratta di un comparto guidato da logiche assimilabili al settore commerciale, e che dunque attira l’interesse dei fondi a vocazione commerciale che intendono estendere l’attività al residenziale. I rendimenti sono elevati, variabili dal cinque al nove per cento a seconda della localizzazione e del livello edilizio.
In lieve calo la percentuale di uffici, soprattutto perché una quota significativa dei patrimoni che sono stati alienati dai fondi in liquidazione o in scadenza era concentrata nel comparto uffici. Il trend è destinato a proseguire nel prossimo futuro.
In costante aumento il retail, con un progressivo spostamento dell’interesse dagli spazi tradizionali a quelli innovativi, legati al commercio on-line. I centri commerciali tradizionali rappresentano una asset class interessante nei Paesi dell’Europa orientale, dove la domanda è in costante aumento.
In lieve crescita l’industriale, nonostante la progressiva dismissione degli immobili distributivi e produttivi, in quanto la logistica è considerata una delle asset class privilegiate da un crescente numero di fondi.
L’attenzione si concentra sugli immobili altamente innovativi nelle zone strategiche delle città più importanti, sebbene l’offerta sia estremamente scarsa.

In forte aumento gli investimenti nell’Europa del sud. L’Europa orientale concentra una fetta importante degli acquisti nel settore commerciale, mentre è marginale negli altri comparti. I Paesi extra-europei rappresentano meno di un quarto del patrimonio complessivamente gestito dai fondi immobiliari, con una forte concentrazione negli Stati Uniti e, in misura minore, in Canada. Marginale la percentuale di investimenti in Asia, in ulteriore calo a causa del recente rallentamento dell’economia cinese.

Categorie: Mercato