Pubblicato il 20 novembre 2018

Presentata “Milano 2018 - Comfort in Mostra: progettare, costruire, rinnovare l’architettura italiana”

La mostra, ideata e prodotta da Saint-Gobain Italia, raccoglie nella cornice della Triennale di Milano le immagini di 21 tra i più importanti interventi nel campo dell’edilizia e dell’architettura contemporanea italiana.
“Comfort in Mostra è un racconto di trasformazione delle attività di progettazione e produzione dell’ambiente costruito, mostra nuovi modelli di vivere gli ambienti, in risposta alle mutate esigenze abitative, a sostegno del cambiamento culturale in atto nello sviluppo delle città – ha sottolineato Gianni Scotti, presidente e AD di Saint-Gobain in Italia. – Noi, una volta intercettate queste necessità emergenti, ideiamo e realizziamo soluzioni che migliorano il benessere delle persone nei loro spazi di vita, attraverso l’equilibrio ottimale tra comfort, sostenibilità ed efficienza energetica, garantendo la realizzazione di costruzioni più sicure, più belle, più funzionali e con una elevatissima qualità dell’aria interna.”

La mostra narra di un Paese proteso verso l’innovazione attraverso interventi urbanistici in grado di coniugare estetica e funzionalità con il rispetto per l’ambiente e il comfort abitativo. Concetto, quest’ultimo, assai caro a Saint-Gobain che ne ha fatto la sua cifra distintiva proponendosi come player di riferimento per interventi di costruzione e riqualificazione ad elevate prestazioni e basso impatto ambientale.

I visitatori hanno la possibilità di conoscere alcuni tra i progetti più interessanti realizzati in Italia negli ultimi anni, come Casa Emergency, la nuova sede dell’ONG situata in una ex scuola in disuso nei pressi di piazza Sant’Eustorgio a Milano, divenuta uno spazio aperto ai cittadini per promuovere una cultura di pace attraverso incontri pubblici, dibattiti e mostre.

L’esposizione contiene testimonianze fotografiche di come diverse città d’Italia guardino con attenzione alla nuova esigenza di riqualificare il proprio territorio con interventi architettonici di prestigio: ecco dunque “Dedalo – Sensi Sommersi” a Matera, o “La Nuvola Convention Center” a Roma. Non mancano documentazioni e immagini di abitazioni private e costruzioni residenziali, anch’esse espressione di un cambiamento culturale che sempre più privilegia la qualità di vita abitativa e il rispetto per l’ambiente. La mostra è dunque un viaggio che attraversa l’Italia intera, raccontando per immagini come la ricerca del benessere abitativo riguardi la quotidianità degli individui in svariati momenti della loro vita: cultura, lavoro, tempo libero. Ne sono esempio alcuni dei cantieri in mostra come “Castello Svevo” a Bari, “Galleria degli Uffizi” a Firenze, “Chiesa di Nostra Signora delle Grazie” a Sestu (Cagliari), “MEIS – Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah” a Ferrara, “La Biennale Internazionale dell’Antiquariato” di Firenze e molto altro.

L’esposizione è ad ingresso libero e resterà aperta al pubblico fino al 2 dicembre.