Premio Nazionale di Bioarchitettura 2011

Verrà presentato presso la sede dell’ACER – Associazione di Costruttori Edili di Roma e Provincia- , il Premio Nazionale di Bioarchitettura 2011 promosso da IN/ARCH - Istituto italiano di architettura-, e dedicato ad Ugo Sasso. Il riconoscimento, alla sua seconda edizione, ha l’obiettivo di attirare l’attenzione sull’importanza del recupero del patrimonio architettonico in Italia e sensibilizzare enti locali ed amministrazioni sull’esigenza di interventi eco-sostenibili.  Un approccio edilizio a basso impatto ambientale è da perseguirsi tanto nel progetto del nuovo quanto nelle ristrutturazioni dell’esistente: i due differenti ambiti non presentano differenze sostanziali se non la diversità di elementi fisici a cui relazionarsi; e il risultato atteso, in termini di bioedilizia, è il medesimo per entrambi i casi riportati. Ma il premio non fa riferimento esclusivamente al dato per così dire “tecnico”: la dimensione ecologica dell’architettura, legata al risparmio energetico e all’utilizzo di nuovi materiali, deve sapere accogliere e restituire un’entità urbana di qualità, proporre inediti legami tra spazio pubblico e semipubblico. Le architetture realizzate che meglio hanno saputo interpretare le linee individuate riceveranno una ricompensa in denaro dall’associazione, che ha stanziato una cifra complessiva di 10.000 euro. A discutere durante il convegno di inaugurazione Rob Krier, celebre architetto della ricostruzione berlinese, che traccerà i punti salienti di una carriera interamente dedicata alla ricomposizione di brani di città, alla riappropriazione di un territorio a misura d’uomo, alla lettura delle tracce storiche consolidate nel suolo. La singolare esperienza del maestro tedesco segue la conferenza di apertura con Wittfrida Mitterer, direttore della rivista Bioarchitettura, Massimo Pica Ciamarra, vicepresidente IN/ARCH, Giuseppe Vallifuoco, presidente IN/ARCh Sardegna, Paolo Buzzetti, presidente ANCE (Associazione Nazionale Costruttori Edili), Carlo Albertini, presidente di LegnoFinestraItalia, e Patrizia Colletta, presidente della consulta per il progetto sostenibile e l’efficienza energetica dell’Ordine degli Architetti di Roma. L’appuntamento è previsto per lunedì 23 maggio 2011 alle ore 18.00 presso la sede ACER di via di Villa Patrizi 11 a Roma. Il Premio nazionale di Bioarchitettura 2011 è promosso da Bioarchitettura, dall’IN/ARCH Istituto Nazionale di Architettura con il sostegno di LegnoFinestraItalia e dell’Associazione Nazionale Costruttori Edili ANCE, con il patrocinio del Ministero dei Beni Culturali, del Ministero per l’Ambiente, dei Consigli Nazionali degli Architetti e degli Ingegneri, del Fondo Ambiente Italiano.
Categorie: Eventi