Pubblicato il 23 gennaio 2013

Nuove condizioni per l'arte e l'architettura in Olanda

Sino al 10 marzo 2013 il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato presenta la mostra “TRIGGERING REALITY. Nuove condizioni per l’arte e l’architettura in Olanda”. Atelier Van Lieshout, Boundary Unlimited, DUS architects, Haas & Hahn, Nicoline Van Harskamp, Anne Holtrop / Bas Princen, Wouter Klein Velderman, Krijn de Koning, NIO Architects, ONIX sono gli architetti e gli artisti autori delle opere e delle installazioni che raccontano una condizione percepita e allo stesso tempo affrontata da entrambe le categorie: la capacità di tracciare un orizzonte di produzione inedito al fine di fronteggiare la pesante crisi internazionale è il terreno comune di tutti i professionisti elencati, che si muovono sfidando la realtà per sostenere le mutate condizioni economiche e sociali di questi ultimi anni. I Paesi Bassi, così come molte altre nazioni europee, hanno registrato infatti una decelerazione dopo i lunghi momenti di prosperità e successo che spingono ad un nuovo inizio e a sviluppi inaspettati. Curata da Giampiero Sanguigni con la collaborazione di Marco Brizzi, promossa dall’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi a Roma, organizzata dal Centro Pecci e da Image, realizzata con il supporto di Netherlands Architecture Fund, di Mondriaan Fund e della Fondazione Cassa di Risparmio di Prato, la mostra mette a confronto personalità affermate e nuove generazioni di creativi che raccontano l’apertura allo sconfinamento tra ricerca architettonica ed artistica, avviando modalità di scambio fertile e collaborazione creativa.