Pubblicato il 3 dicembre 2013

Nuova biblioteca a La Spezia

Sorgerà nel quartiere del Canaletto e sarà collocata all’interno dell’ex deposito Fitram.
La progettazione preliminare è stata curata dagli uffici tecnici comunali sulla base della quale è stata esperita una procedura di gara per l’individuazione dei soggetti a cui affidare la progettazione definitiva ed esecutiva.
La nuova biblioteca è il risultato di un percorso che il Comune della Spezia ha intrapreso per rispondere all’esigenza di dotare la città di uno spazio bibliotecario moderno, capace di soddisfare le esigenze della crescente quantità di materiali e fruitori. Il polo bibliotecario esistente, la Biblioteca Beghi di via del Popolo non è più adeguata a rispondere pienamente alle nuove esigenze del pubblico che la fruisce. La nuove biblioteca risponde alla volontà di creare una struttura indipendente, i cui spazi siano idonei, sia per dimensione che per tipologia di servizi offerti, ad accogliere il sempre maggiore numero di utenze. L’intento dell’intervento è quello di creare un centro propulsivo in un’ottica sovracomunale e fornire spazi di incontro, lettura e svago.
La nuova biblioteca avrà due piani, più uno soppalcato, da cui si allunga un nuovo corpo sospeso volto a coprire e a proteggere lo spazio antistante l’ingresso dell’edificio. L’accesso principale avverrà infatti da sud. A questo si aggiungono due ingressi secondari: uno sul lato ovest verso la caffetteria, in un’ottica di continuità con il progetto complessivo di riqualificazione dell’area ex Fitram, e uno sul lato nord. Al piano terrà troverà spazio, oltre alla zona ingresso, l’auditorium, l’area ragazzi, l’area bambini, la caffetteria, le aree per la consultazione dei cataloghi on line e delle riviste e quotidiani on line. Il primo piano ospiterà l’area lettura e consultazione e il polo amministrativo. Nel piano soppalcato si inseriscono gli archivi.
Si è costituito un gruppo di progettazione multidisciplinare, i cui professionisti hanno già avuto modo di collaborare su interventi analoghi. Il gruppo di lavoro si compone della società di ingegneria 5 1 Agenzia di Architettura alfonso femia gianluca peluffo srl (capogruppo) responsabile della progettazione architettonica, dal geologo Enrico Verrando. Si avvale della consulenza specifica in materia impiantistica e strutturale dello Studio Associato ProgeTec snc e della società FOR Engeneering Architecture. Il team di lavoro si avvale di una giovane professionista l’arch. Marzia Menini assistente per la progettazione architettonica. Referente locale è l’arch. Simone Cananzi.(Fonte: ANSA)