Pubblicato il 22 febbraio 2019

Nessun italiano fra i finalisti del premio Mies van der Rohe 2019

La Commissione Europea e la Fundació Mies van der Rohe hanno annunciato i cinque finalisti che concorrono al Premio dell’Unione Europea 2019 per l’Architettura Contemporanea – Mies van der Rohe.
I cinque progetti finalisti sono:
- PC CARITAS a Melle (BE) di Architecten De Vylder Vinck Taillieu
- Plasencia Auditorium and Congress Centre a Plasencia (ES) di selgascano
- Skanderbeg Square a Tirana (AL) di 51N4E; Anri Sala; Plant en Houtgoed e iRI
- Terrassenhaus Berlin / Lobe Block a Berlino (DE) di Brandlhuber+ Emde, Burlon and Muck Petzet Architekten
- Transformation of 530 dwellings - Grand Parc Bordeaux (FR) di Lacaton & Vassal architectes; Frédéric Druot Architecture e Christophe Hutin Architecture.

I nomi dei vincitori del Premio 2019 saranno annunciati a fine aprile. Tra il 9 e il 19 maggio, durante i EU Mies Architecture Days, i 4 edifici finalisti, oltre a quelli del Vincitore e dell’Architetto Emergente saranno aperti al pubblico che potrà visitarli e fare un’esperienza in situ in compagnia degli architetti e degli organizzatori del premio.

La cerimonia di premiazione si svolgerà presso il padiglione Mies van der Rohe Pavilion il 7 maggio, nel contesto di una serie di conferenze e dibattiti rivolti a tutti. Il pubblico avrà libero accesso anche alla presentazione del catalogo, contenente tutti i progetti nominati per il Premio 2019, alla mostra e alla celebrazione che si terrà alla sera.