Pubblicato il 6 settembre 2017

Modulistica edilizia unificata dal 1 settembre

Dal 1° settembre 2017 è in uso la modulistica edilizia unificata; i seguenti moduli edilizi unificati sono stati approvati da Regione Lombardia con la DGR X/6894 del 17 luglio 2017, contenenti gli aggiornamenti regionali dei moduli nazionali approvati dalle Conferenze Unificate Governo, Regioni ed Enti Locali del 4 maggio 2017 e del 6 luglio 2017. 
- Comunicazione di Inizio Lavori (CIL) - solo per opere temporanee 
- Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata (CILA) 
- Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) 
- Segnalazione Certificata di Inizio Attività alternativa al Permesso di Costruire (SCIA ALTERNATIVA AL PDC) 
- Permesso di Costruire (PDC) - Soggetti coinvolti 
- Comunicazione di Fine Lavori 
- Segnalazione Certificata per l'Agibilità (SCIA per l'AGIBILITA') 

I moduli SCIA 
I moduli SCIA (ex artt. 22 e 23 DPR 380/2001) sono organizzati in due sezioni: la prima è dedicata ai dati, alla segnalazione e alla dichiarazione del titolare (proprietario, affittuario etc.); la seconda parte è riservata alla relazione di asseverazione del tecnico: un percorso guidato indica tutte le possibili opzioni connesse alla realizzazione del progetto quando, contestualmente alla SCIA, è necessario presentare altre segnalazioni o comunicazioni (SCIA unica) o richiedere l’ acquisizione degli atti di assenso (SCIA condizionata). Infine una lista di controllo: il quadro riepilogativo della documentazione, che può essere generato “in automatico” dal sistema informativo, consente di verificare la presenza degli allegati necessari. 

I moduli CILA e SCIA per AGIBILITA’ 
Il modulo della CILA e quello della SCIA per Agibilità raccolgono in un unico documento le dichiarazioni del titolare, l’asseverazione del tecnico e la lista di controllo (quadro riepilogativo). Il modulo della SCIA per Agibilità può essere utilizzato anche come comunicazione di fine lavori. Se, contestualmente alla CILA, sono necessarie altre comunicazioni, segnalazioni o autorizzazioni, i tecnici potranno compilare gli appositi campi (utilizzando le informazioni contenute nella relazione della SCIA e nella relativa lista di controllo). 

I moduli CIL e COMUNICAZIONE FINE LAVORI 
Il modello della Comunicazione di Fine Lavori ( da utilizzare nel caso in cui non si comunichi la stessa contestualmente con l'Agibilità) e quello per la Comunicazione di Inizio Lavori ( CIL) per le opere dirette a soddisfare obiettive esigenze contingenti e temporanee, che vanno rimosse entro 90 giorni. Le CIL vengono presentate presso i Municipi di competenza. 

L’allegato SOGGETTI COINVOLTI 
E' un allegato comune a PdC, SCIA, CILA, CIL e COMUNICAZIONE FINE LAVORI relativo ai "soggetti coinvolti" e cioè gli altri eventuali tiitolari (ad es. i comproprietari), il tecnico incaricato e il direttore di lavori ove previsti. L’allegato di competenza comunale E’ stato predisposto un ulteriore allegato comune a PdC, SCIA e CILA per i dati che devono essere specificati a livello locale quali ad esempio gli oneri di urbanizzazione, le informazioni relative alla pianificazione comunale e alla normativa regionale non compresa nella modulistica approvata a livello nazionale.

Fonte [Ordine degli Architetti di Milano]
Categorie: Professione