Mitsubishi Electric: formazione architetti work in progress

Il work in progress di Mitsubishi Electric nella promozione e formazione per gli architetti: ingenti investimenti, con workshop e convegni.

Promuovere una progettazione sostenibile e valorizzare la  cultura dell’efficienza energetica: con questo l’obiettivo Mitsubishi Electric ha avviato numerosi progetti dedicati agli architetti, un target sempre più strategico quando si parla di risparmio energetico, riqualificazione e ristrutturazione degli immobili. Un nuovo percorso per l’azienda giapponese che dallo scorso gennaio ha dato vita ad una nuova organizzazione aziendale per il mercato italiano e ha creato al tempo stesso un dipartimento dedicato allo sviluppo di progetti per il mondo degli architetti. Alla guida di questa nuova area è stato nominato Fabrizio Maja, che con il ruolo di Deputy Division Manager coordinerà un team di 5 persone con l’obiettivo di crescere nel settore dell’architettura proponendo progetti che possono portare valore aggiunto in termini di formazione e di cultura energetica nella progettazione. L’obiettivo del team dedicato non è solo formativo ma di porsi come partner strategici di riferimento per la realizzazione di progetti sempre più innovativi in tema di architettura e sostenibilità ambientale.

In questa strategia s’inserisce la partnership realizzata con Viabizzuno che prevede una duplice collaborazione: da una parte la realizzazione del progetto “silos solis:nutrirsi di luce” presentato in occasione del Fuorisalone del Mobile. Un percorso sensoriale all’interno di 7 silos alti 10 m che esplorano 7 elementi: aria, terra, lampadine, sole, luna, acqua e fuoco. Una progettazione sostenibile realizzata con il contributo di Mitsubishi Electric che sarà visitabile per tutto il periodo di Expo in Via San Marco a Milano. La partnership con Viabizzuno prevede, inoltre, un programma di formazione dedicato a progettisti e architetti, a cui saranno riconosciuti 8 crediti formativi. Un percorso di alta formazione sui temi del risparmio energetico, salvaguardia delle fonti rinnovabili e della cultura della luce.

La formazione è il filo conduttore anche del progetto Indoor Comfort Quality Project, un laboratorio itinerante in collaborazione con UNI dedicato alla corretta progettazione architettonica degli spazi interni (superfici materiche e cromatiche, impianti di illuminazione, climatizzazione, arredi) in relazione alla tipologia di spazio, alla destinazione d’uso, al profilo d’utenza. Durante il workshop si alterneranno momenti di pratica con momenti di formazione teorica.
Continua inoltre il ciclo di convegni sul tema Smart Swap Building sulla riqualificazione energetica degli edifici esistenti (abitazioni, scuole, luoghi di lavoro), sempre realizzati in collaborazione con UNI, che riconoscono ai partecipanti 8 crediti formativi.

Categorie: Eventi