MERCATO - Immobiliare in calo dal 2008

Il Censis valuta che il mercato immobiliare si sia dimezzato nel periodo della crisi.

Il mercato residenziale è passato da 807 mila compravendite nel 2007 a 403 mila nel 2013, tornano ai livelli del 1984. Nel 2013 il fatturato del settore immobiliare ha ceduto il 39,7% passando a 68 miliardi di euro dai 112 del primo anno della crisi. Male non solo il residenziale, ma anche il settore uffici, il cui fatturato è sceso del 50,9%, del 55,1% il settore commerciale, e del 50,6% quello dei capannoni industriali. Complessivamente il fatturato si è ridotto di 57,7 miliardi, passando dai 137,3 del 2008 ai 79,6 del 2013.

Il valore aggiunto prodotto dall`industria edile italiana lo scorso anno è inferiore, in termini reali, del 26,7% rispetto a quello del 2007, un buco maggiore rispetto a quello registrato dall’Unione Europea, -18,8%. Gli investimenti sono passati in Italia dai 174 miliardi di euro del 2007 ai 142 miliardi del 2013, con una caduta in termini reali del 28,7%.

http://www.censis.it/7?shadow_comunicato_stampa=120973
Categorie: Mercato