Ascensus, il nuovo Campus universitario della SUPSI

Il progetto, sviluppato in collaborazione tra il Dipartimento Ambiente Costruzioni e Design (DACD) della SUPSI e la Città di Mendrisio – proprietaria dei terreni su cui sarà realizzato il progetto – riveste una particolare importanza per tutta la regione di Mendrisio, permettendo di creare un vero e proprio Polo Universitario a sé stante e di rivitalizzare, al contempo, un’area inutilizzata.
Firmato dallo studio d’architettura Bassicarella Architectes di Ginevra, il progetto - dal nome Ascensus - è sviluppato in collaborazione con lo studio d’ingegneria civile Spataro Petoud Partner SA, e con gli studi specialistici Dumont-Schneider SA e CSD Ingegneri SA.

Il nuovo volume è stato inserito in maniera chiara e netta all’interno del tessuto urbano esistente, prendendo in considerazione la presenza della ferrovia ed l’indissolubile legame con essa e con il quartiere antistante: gli edifici del Campus decrescono in altezza andando verso il quartiere urbanizzato. La Giuria che ha decretato il progetto vincitore ha ritenuto corrette anche le soluzioni tecniche di impiantistica, che fanno di Ascensus un progetto sostenibile che offre alti standard energetici. 

Se il novembre 2016 ha visto i lavori di scavo, sarà l’anno accademico 2019/2020 ad inaugurare questo importante progetto che vedrà la presenza circa 1400 tra studenti dei corsi Bachelor in Ingegneria civile, Architettura, Comunicazione visiva, Architettura d’interni e Conservazione, il corso di laurea Master in Conservazione e restauro e gli studenti delle cinque unità che si occupano di formazione continua e ricerca applicata.
Categorie: Architettura