MARIO BOTTA – FINO AL 16 MAGGIO

Dopo i saggi dedicati a Franco Purini, Lodovico Barbiano di Belgiojoso, Luciano Semerani, Aimaro Isola e Pietro Derossi, la Cattedra di Storia dell’arte contemporanea del Dipartimento di Studi Umanistici presenta l'ultimo appuntamento del ciclo Scritture disegnate in Biblioteca, inaugurando, il 25 marzo prossimo, presso la Biblioteca “Arturo Graf” l’esposizione dei disegni dell’architetto Mario Botta. 

Artista ed intellettuale aperto al dibattito internazionale, Mario Botta, chiude un ciclo che, inauguratosi nell'ottobre 2012 con la mostra dei disegni di Franco Purini, ha inteso ricondurre all’ambito della cultura umanistica almeno un aspetto dei saperi disciplinari dell’architettura: l’esercizio grafico. 
Disegni lontani dal processo creativo, come li definisce lo stesso Botta nel testo in catalogo, quelli esposti alla Graf sono stati eseguiti successivamente alla realizzazione delle architetture e degli oggetti ritratti. 
A mente sciolta, ormai distante dalla fase progettuale, l'architetto prende le distanze da sé e dal proprio “rovello creativo” per tracciare istantanei ricordi della propria opera, facendo così esercizio di memoria su se stesso e sul proprio “pensiero plastico” con altri occhi: quelli di chi osserva e non più quelli di chi crea. 

Ancora una volta nelle sale della prestigiosa Biblioteca d'Ateneo l'incontro tra disegno e scrittura, a significare la labilità di un confine: quello tra esercizio tecnico e pratica umanistica, tra composizione architettonica e letteraria. 

Biblioteca dell’Università "Arturo Graf" Palazzo del Rettorato 
via Po, 17 / via Verdi, 8  -  10124 Torino 
Orario: lunedì-venerdì 9-16 
Ingresso libero