MARCELLO MORANDINI: ARTE ARCHITETTURA DESIGN - Roma, fino al 28/9

A partire da giovedì 26 giugno 2014, la Galleria nazionale d'arte moderna e contemporanea di Roma ospiterà Marcello Morandini. Arte architettura design, a cura di Mariastella Margozzi. La mostra, attraverso circa 100 opere, presenterà l’intero percorso artistico progettuale di Morandini, dai lavori realizzati negli anni sessanta, come sperimentazioni del campo geometrico d’azione, a quelli più recenti, dialoganti con la dimensione architettonico-spaziale o con quella estetico-funzionale del design oggettuale.
Arte come conoscenza e arricchimento culturale, architettura come habitat e utopia: le creazioni di Marcello Morandini sono state esposte nei più importanti luoghi della cultura in Europa, in America, in Australia, in Giappone.
Nato a Mantova nel 1940, l'artista sviluppa i suoi primi interessi nel campo del disegno industriale e perfeziona la propria formazione di designer all’Accademia di Brera a Milano. La sua ricerca è volta prima allo sviluppo creativo della geometria piana e poi alla conquista della terza dimensione. 
Sarebbe riduttivo inquadrare l’opera di questo artista internazionale in un’unica tendenza stilistica, poiché il suo lavoro supera con genialità e creatività i canoni della scultura tradizionale.
Dopo l’elaborazione dell’idea base, Morandini affida lo sviluppo dell’opera alla certezza della matematica, all’equilibrio di rapporti formali scientificamente controllabili. Ritmi e volumi, una geniale alternanza di bianco e nero, propongono una moltiplicazione senza limiti di opere, con al proprio interno la chiave stessa della loro estensione. 
Nelle sue opere l’artista indaga diversi tipi di temi e di movimento nello spazio, come la torsione, la tensione, l’espansione, la sovrapposizione e traduce le sue indagini nel mondo della geometria, servendosi del linguaggio bidimensionale e tridimensionale. La base concettuale imprescindibile per Morandini è che tutto ciò che ci circonda possa essere inteso come “vivibile”.
Tenendo fede al suo metodo sistematico, l'artista dà vita ad un mondo di creature nelle più diverse scale, dalla grafica alla scultura, dall’architettura al design, assolutamente originale, coerente e riconoscibile, rigoroso e creativo.
Morandini con il suo lavoro d’artista ha potuto nel tempo scoprire forme e sculture compiute, che inconsapevolmente prima e più coscientemente nel proseguo della sua ricerca, avevano ed hanno nel loro costruirsi, oltre ad un loro godimento formale culturale privato, anche una concreta e imprevedibile vitalità architettonica. 



Dal 27/6 al 28/9
Galleria nazionale d’arte moderna e contemporanea
Roma, viale delle Belle Arti, 131
Ingresso disabili:Via Gramsci, 71
Categorie: Eventi