Linee guida 2017 per la formazione degli architetti

Approvate e pubblicate le nuove linee guida per l'aggiornamento obbligatorio degli architetti. Il Consiglio nazionale ha dato il via libera alle modifiche lo scorso 21 dicembre e ora queste sono in vigore dal 1° gennaio. Viene recepito quanto il Cna aveva già stabilito con una recente delibera: i crediti formativi da accumulare restano 60 anche per il triennio 2017-19. Ma non è questa l'unica novità: salgono a 20 i crediti formativi (Cfp) in eccedenza trasferibili da un triennio al successivo (nelle linee guida del 2016 tale limite era di 10 Cfp); mentre il raggiungimento di almeno 10 crediti formativi annui (di cui 4 riservati alle discipline ordinistiche) non è più un obbligo, ma viene "declassato" a raccomandazione. 
Quanto alle sanzioni da comminare agli architetti che al termine del triennio di riferimento risultino non in regola, le linee guida rimandano all'articolo 9 del Codice deontologico, che prevede la censura se a mancare sono fino a 12 crediti formativi e la sospensione per i casi più gravi.

Fonte [professionearchitetto.it]
Categorie: Professione