Pubblicato il 16 novembre 2018

Legrand si rafforza nell’IoT acquisendo Netatmo

Grazie all’acquisizione della realtà francese specializzata nei prodotti per la smart home, Legrand, di cui BTicino è capofila in Italia, rafforza la sua presenza nell’Internet of Things e compie un altro significativo passo avanti nello sviluppo del suo programma Eliot per soluzioni connesse.
Legrand prosegue nella sua strategia di crescita esterna, annunciando la sottoscrizione di un accordo per acquisire Netatmo, specializzata negli oggetti connessi per la casa. Infatti, Netatmo progetta prodotti semplici e intelligenti per rendere le case più sicure e accoglienti. La società ha lanciato molti prodotti e accessori sul mercato della smart home, venduti in tutto il mondo. Attraverso la sua partnership “with Netatmo” con aziende dell’industria edile, Netatmo realizza anche soluzioni smart che si integrano nella struttura della casa. Ha così sviluppato, in collaborazione con Legrand, molteplici soluzioni per la gestione della casa connessa, come Céliane with Netatmo e Living Now with Netatmo.

Legrand è un azionista di Netatmo dal 2015. L’acquisizione di quest’ultima, e la conseguente integrazione del brand Netatmo nel portfolio del Gruppo, permetterà a Legrand di rafforzare la propria presenza nel mercato della smart home e accelerare lo sviluppo di Eliot, il suo programma per soluzioni connesse.

A tal proposito, Eliot è il nome del programma lanciato nel 2015 da Legrand per spingere lo sviluppo dell’Internet Of Things nella propria offerta. Nato dalla strategia d’innovazione del Gruppo, Eliot punta a sviluppare soluzioni connesse e interoperabili in numerose famiglie di prodotti, con benefici a lungo termine per gli utilizzatori, siano essi professionisti o consumatori.

I capisaldi dell’operazione

I punti salienti di questa acquisizione comprendono: un arricchimento dell’offerta di Legrand per quanto riguarda nuove categorie di prodotti connessi per la casa, complementari a quelli già presenti a catalogo e ad alto potenziale; l’espansione della gamma di prodotti connessi del Gruppo grazie agli 1,3 milioni di prodotti all’attivo di Netatmo. Non da ultimo, i 130 ingegneri di Netatmo metteranno a disposizione dei team R&S di Legrand le proprie competenze in materia di intelligenza artificiale, integrazione del software nei prodotti e user experience. Fred Potter, Fondatore e Presidente di Netatmo, diventerà Chief Technology Officer (CTO) del programma Eliot di Legrand e contribuirà all’ideazione di soluzioni connesse di Legrand e Netatmo.

Benoit Coquart, Chief Executive Officer di Legrand, ha commentato: “Legrand è lieta di accogliere i team di Netatmo, dei quali abbiamo già avuto modo di apprezzare i talenti e l’energia in occasione del proficuo progetto di sviluppo congiunto che ha condotto al successo dei lanci di Céliane with Netatmo, Living Now with Netatmo e dooxie with Netatmo. Le competenze combinate di Legrand e Netatmo nell’ambito dell’Internet of Things permetteranno di accelerare lo sviluppo delle nostre offerte connesse e dall’elevato valore d’uso”.

Fred Potter, Fondatore e Presidente di Netatmo, ha aggiunto: “L’acquisizione di Netatmo da parte di Legrand aiuterà a concretizzare le promesse della smart home e la nostra ambizione di vedere le nostre soluzioni adottate dal maggior numero di persone. I nostri team continueranno a sviluppare nuovi prodotti e ad aggiornare i prodotti esistenti con la stessa cura per offrire ai nostri utenti la miglior esperienza di smart home”.