Pubblicato il 10 febbraio 2019

La sentenza del 21 novembre 2018 chiarisce i rispettivi ruoli di ingegneri ed architetti

La sentenza del 21 novembre 2018, n. 6593, fa emergere chiarimenti e delimitazioni circa le rispettive competenze tra architetti ed ingegneri, in particolar modo per gli interventi di sistemazione idraulica.
Gli ingegneri, rispetto agli architetti, devono impiegare le proprie competenze in relazione ad opere ed interventi che devono essere in concreto eseguiti. 

Gli architetti devono avere competenza esclusiva nella progettazione di opere civili con rilevanti caratteri artistici e monumentali, prevedendo, per la parte tecnica, la competenza degli ingegneri. D'altro canto, le opere di edilizia civile sono di competenza comune.
In particolar modo, la sentenza fa riferimento alle costruzioni stradali, le opere igienico sanitarie, le opere industriali, gli impianti (soprattutto le sistemazioni idrauliche), le operazioni di estimo.  


Categorie: Professione