La proposta di UNStudio per il Centro Culturale dedicato alla “settima Arte”.

UNStudio è risultato tra gli otto vincitori del concorso per EuropaCity, l’eco-quartiere della Grand Paris - il cui masterplan è stato curato da BIG – che sorgerà all’interno del più ampio progetto Triangle de Gonesse.
Sarà un “cinéma en plein air” quello a cui UNStudio darà vita, pensato secondo un nuovo modo di concepire l’arte cinematografica. Il complesso è concepito come uno spazio pubblico ed allo stesso tempo come un laboratorio culturale, andando al di là delle tradizionali sale di proiezione. 

Il design si concentra sull’idea di democratizzazione dell’arte cinematografica, che diviene attività interattiva, sociale e soprattutto accessibile. Oltre alla classica “scatola nera” vi saranno anche altre attività culturali e per il tempo libero.

Il progetto prevede la costruzione di tre volumi interconnessi che emergono dal pavimento e sono organizzati attorno ad un foyer centrale, mentre lo spazio aperto circostante si sviluppa come un tappeto vegetale al di sopra della copertura dell’edificio. Questi spazi pubblici in copertura non soltanto offrono la possibilità di posizionare schermi all’aperto ed ospitare ristoranti e cafes, ma offrono anche una vista panoramica completa sullo skyline parigino. 
All’ingresso i visitatori sono introdotti al di sotto della parte più bassa del tetto in pendenza. Da qui lo spazio si apre nella lobby centrale, da cui i visitatori possono gettare lo sguardo sul processo di produzione cinematografica che avviene nello spazio sottostante. 


Realizzazione: CENTRE CULTUREL
Progettista: UNSTUDIO
Categorie: Architettura